00:39 22 Gennaio 2019
Zeitungen (Symbolbild)

SZ: il 2018 è l'anno "dell'ultimo avvertimento" per l'UE e l'attuale ordine mondiale

© flickr.com/ Can Pac Swire
Politica
URL abbreviato
5101

Nel mondo ha ritrovato popolarità il nazionalismo, e non si tratta solo di Donald Trump, scrive Süddeutsche Zeitung.

Il nazionalismo è la logica conseguenza dell'imperialismo americano e dell'ordine mondiale, del ruolo di Washington come "gendarme del mondo". Prima gli Stati Uniti e l'UE non sono mai state così divise: l'anno scorso una nuova ondata di nazionalismo è diventata una minaccia per l'unità europea. Il filosofo conservatore Yoram Hazon dell'istituto di Herzl a Gerusalemme non è conosciuto nei circoli intellettuali, ma di recente è diventato una star, pubblicando un libro intitolato "il valore del nazionalismo", dice il quotidiano Süddeutsche Zeitung. In esso, spiega perché il nazionalismo è la miglior ideologia, perché gli interessi nazionali sono i principali garanti della pace e della stabilità e perché presto sarà la fine del "più grande progetto imperialista" americano, dell'ordine mondiale e dell'UE.

La pubblicazione accusa il libro di "allontanarsi dalla storia", di compiere "distorsioni". Tuttavia, la richiesta di consapevolezza del "nuovo mondo è così alta che in certi circoli è stato dichiarato un profeta", e questo, secondo la Süddeutsche Zeitung, lo rende pericoloso. In questo caso, secondo il giornale, l'influenza di Trump negli ultimi due anni della sua presidenza, si è rivelata non così alta: il congresso, funzionari, militari, organi di giustizia, tutti hanno mostrato la capacità di resistere al presidente, quando si trattava di questioni importanti per il paese. Tuttavia, ora la situazione sta cambiando, ritiene Süddeutsche Zeitung.

Due nuovi segni di cambiamento sono stati l'allontanamento di James Mattis da ministro della difesa e il discorso di Mike Pompeo a Bruxelles. Mattis non voleva assumersi la responsabilità di un'America che si allontana dalla protezione creata dallo stesso ordine mondiale (segnale per lui, è stata la decisione di Trump sul ritiro delle truppe americane da Siria e Afghanistan). Per quanto riguarda Pompeo, egli, parlando all'UE, ha detto di "seguire gli interessi degli stati e dei loro cittadini, e non dei burocrati locali". 

Come ritiene l'edizione, entrambi questi casi dimostrano che il trumpismo non è un problema singolo, ma un intero movimento, che mina le basi dell'ordine. Nessun ordine mondiale può essere eterno, osserva la Süddeutsche Zeitung. Sorprendente è che questa volta a distruggerlo  è la principale forza di questo ordine, ma questo è comprensibile, perché il ritorno al nazionalismo è costo dell'imperialismo. Il giornale ricorda che ancora Barack Obama aveva promesso agli americani di concentrarsi più sulle questioni interne, ciò rende lo slogan di Trump "l'America prima di tutto" e il suo rifiuto del ruolo di "gendarme del mondo" solo la logica continuazione di queste parole.

Per l'UE il pericolo del nazionalismo è, in primo luogo, nel fatto che significa il rifiuto del liberalismo, multilateralismo e l'idea di unione che, a suo tempo, ha unito l'Europa da "acerrimo cerchio di guerre e di odio. Il nazionalismo significa guerra", ha detto l'ex presidente francese François Mitterrand.

Mai, scrive la Süddeutsche Zeitung, l'Europa e gli Stati Uniti sono stati così distanti nella comprensione dei problemi del mondo e dell'ordine.

Gli Stati Uniti non hanno mai cercato di indebolire le basi dell'UE. L'autore scrive che "trasformare l'UE in uno strumento grottesco dell'imperialismo" dà ai trumpiani e nazionalisti europei la base per il loro "primato" e per dichiarare che essi sono "amanti della pace" ottenuta con la forza. Così viene definita la storia, scrive il quotidiano, e l'Europa consente che questo si compia. In conclusione, la pubblicazione osserva che il vecchio ordine mondiale non deve necessariamente finire nel caos. Tuttavia, il  2018 è diventato l'anno dell'avvertimento per l'UE: nel 2019 non ci saranno avvertimenti.

Correlati:

Süddeutsche Zeitung: invece del disarmo è arrivato il "rinascimento nucleare"
Süddeutsche Zeitung: “il mondo avanza nel passato verso una guerra distruttiva”
Süddeutsche Zeitung: dopo i Mondiali la Russia attrae i turisti stranieri
Tags:
nazionalismo, attacchi nazionalisti, Süddeutsche Zeitung, Donald Trump, Germania
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik