Widgets Magazine
03:18 26 Agosto 2019
Le forze militari USA in Siria. (Foto d'archivio)

"Non chiari" per Mosca i motivi del ritiro Usa dalla Siria

© AFP 2019 / Delil Souleiman
Politica
URL abbreviato
154

Le ragioni della decisione statunitense di ritirare le truppe dalla Siria e dei futuri piani di Washington in Medio Oriente non sono ancora note: lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri russo, Igor Tsarikov.

"Abbiamo ripetutamente sottolineato che la presenza armata illegittima negli Stati Uniti in Siria è un ostacolo alla risoluzione, ma non sappiamo ancora nulla delle ragioni di questa decisione e sui piani futuri degli Stati Uniti", ha detto Tsarikov all'incontro congiunto allargato delle commissioni di coordinamento interdipartimentale russo e siriano sul ritorno dei profughi siriani.

Il 24 dicembre il segretario alla Difesa americano James Mattis ha firmato un ordine per il ritiro delle truppe statunitensi dalla Siria.

Il 19 dicembre il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva annunciato la decisione di iniziare il ritiro delle truppe americane dalla Siria. Secondo i funzionari statunitensi, il ritiro del contingente militare di circa 2mila soldati richiederà 60-100 giorni.

Ad aprile Trump ha annunciato che Washington aveva praticamente sconfitto lo Stato Islamico in Siria e che gli Stati Uniti intendevano prendere molto rapidamente la decisione di lasciare la Siria in cooperazione con altri paesi. Poco dopo, un portavoce dell'amministrazione statunitense ha comunicato a Reuters che Trump ha accettato di estendere la presenza di truppe americane in Siria per un breve periodo di tempo, ma che era ancora contrario a essere presente sul territorio a lungo termine.

Tags:
Crisi in Siria, Il Ministero degli Esteri della Russia, Russia, USA, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik