06:06 25 Aprile 2019
I terroristi dello Stato Islamico

Politici francesi in visita in Siria scoprono con i loro occhi chi sono i terroristi

© AP Photo / Seivan Selim
Politica
URL abbreviato
3213

La delegazione francese ha visitato la città di Douma nei sobborghi della capitale siriana.

Gli ospiti stranieri hanno analizzato l'entità dei danni dei combattimenti, hanno visitato la prigione e le camere di tortura che i terroristi avevano costruito ed hanno valutato i progressi della ricostruzione della città dopo che è ritornata sotto il controllo dell'esercito siriano.

Il capo della delegazione, l'ex deputato del Parlamento francese del dipartimento di Vaucluse Thierry Mariani, ha stigmatizzato le numerose devastazioni ed ha espresso solidarietà alla popolazione locale per le sofferenze patite.

"Le prigioni che abbiamo visto, e in particolare le celle, mostrano chiaramente che i terroristi non rispettavano i diritti umani. Le moderne tecnologie e le tecniche utilizzate nella costruzione dei tunnel sotterranei dimostrano che i ribelli hanno ricevuto generosi finanziamenti dall'estero".

Altri membri della delegazione hanno osservato che in ogni quartiere della città di Douma sono in corso i lavori di restauro e ricostruzione di palazzi ed infrastrutture, le scuole ed i negozi stanno riaprendo. Hanno rilevato l'eroismo e il sacrificio delle forze governative siriane, che si sono battute per riportare la sicurezza e la stabilità nel loro Paese.

Pierre Alexander, direttore del dipartimento di pubbliche relazioni della fondazione Cristiani di Al Mashreq ha dichiarato di essere molto felice che la vita nel Paese stia tornando alla normalità. La situazione attuale si è evoluta positivamente rispetto a quanto visto in Siria durante la sua ultima visita nel 2015. Allora i ribelli islamisti sparavano contro gli abitanti di Damasco, si rischiava la vita spostandosi in città.

La delegazione francese era accompagnata dal deputato siriano Butrus Marjanah. Per Sputnik ha detto che durante la visita della città gli ospiti francesi erano costantemente stupiti dalla grandezza dei tunnel, delle prigioni e degli ospedali militari costruiti dai terroristi. Ha detto che questa visita è molto significativa. Ad esempio suggerisce che i francesi hanno un punto di vista diverso dalla posizione ufficiale del governo su quello che sta accadendo in Siria.

Dopo l'incontro con gli ospiti francesi il presidente della camera di commercio di Damasco Gassan Qalaa ha detto a Sputnik: "siamo pronti a far ripartire i rapporti tra i nostri popoli da zero. Ma questo richiede disponibilità dall'altra parte." Ha osservato che la decisione di fermare i rapporti è venuta da Parigi, quindi per ricostruire le relazioni le autorità francesi devono cambiare linea sulla Siria.

Thierry Mariani ha osservato che la maggior parte dei francesi vuole ripristinare le relazioni con i siriani al di là della politica. Ha esortato ad organizzare una conferenza a Parigi all'inizio del prossimo anno. In essa il mondo intero potrà familiarizzare con le vittorie siriane nell'ambito della politica, della cultura e dell'ideologia.

"Abbiamo l'ambizione di prendere parte alla ripresa della Siria", ha dichiarato il capo della delegazione francese che ha visitato la Siria Thierry Mariani.

Tags:
Terrorismo, Politica Internazionale, Società, Opposizione siriana, crisi in Siria, Thierry Mariani, Siria, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik