18:59 24 Maggio 2019
Il presidente Donald Trump e James Mattis (foto d'archivio)

Casa Bianca sulle dimissioni del capo del Pentagono: “decisione maturata da tempo”

© AP Photo / Mike Segar
Politica
URL abbreviato
0 31

Secondo il direttore dell'amministrazione americana Mick Mulvaney, il presidente degli Stati Uniti e il capo del Pentagono da tempo "non condividevano la stessa filosofia".

Le dimissioni di James Mattis dall'incarico di segretario alla Difesa degli Stati Uniti sono maturate in un arco di tempo lungo e sono dovute a divergenze di opinioni con il presidente Donald Trump. Lo ha dichiarato il direttore del dipartimento amministrativo e finanziario della Casa Bianca Mick Mulvaney, oltre che capo del personale della Casa Bianca.

Gli è stato chiesto se Trump fosse sorpreso quando Mattis gli ha rassegnato le sue dimissioni e se avesse cercato di dissuadere il capo del Pentagono da questo passo.

"Non conosco le risposte a queste domande, ma posso solo condividere una sensazione", ha risposto Mulvaney. "Il presidente era consapevole da tempo considerevole che lui e il segretario Mattis non condividono la stessa filosofia."

Mulvaney ha ricordato che in un'intervista di qualche settimana fa Trump aveva caratterizzato le opinioni del segretario alla Difesa più vicine all'opposizione del Partito Democratico piuttosto che alla linea della maggioranza dei repubblicani.

"Mattis è stato costretto a lasciare a suo tempo l'amministrazione di Barack Obama per le stesse differenze di opinioni e divergenze," — ha aggiunto.

Mattis, alla guida del Pentagono dal 20 gennaio 2017, nella sua lettera di dimissioni ha affermato che aveva deciso di lasciare l'incarico per opinioni divergenti con il presidente.

Correlati:

Il capo del Pentagono si dimette
La svolta di Trump: fuori di Siria, riduzioni in Afghanistan e avvicendamento al Pentagono
Tags:
politica interna, Casa Bianca, Pentagono, James Mattis, Donald Trump, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik