20:11 14 Agosto 2020
Politica
URL abbreviato
10337
Seguici su

43 Paesi hanno votato a favore della risoluzione, contro 46.

L'Assemblea generale delle Nazioni Unite non ha adottato la risoluzione presentata dalla Russia a sostegno del trattato sull'eliminazione dei missili a medio e corto raggio (INF). 43 Paesi hanno votato per la risoluzione, contro 46, mentre si sono astenuti 78.

Tra chi ha votato contro la risoluzione figurano gli Stati Uniti, tutti i Paesi dell'Unione Europea, il Giappone, la Turchia, Israele e l'Ucraina. Il documento è stato sostenuto dalla Cina, dai Paesi membri dell'Organizzazione del Trattato di Sicurezza Collettiva, dall'Iran, dalla Siria e da alcuni Paesi dell'America Latina.

L'idea principale del documento russo è sostenere il trattato "come uno dei capisaldi della sicurezza europea e internazionale" ed invitare le parti firmatarie del documento, la Russia e gli Stati Uniti, a continuare le consultazioni per salvaguardarlo.

Il vice rappresentante della Russia presso l'ONU Dmitry Polyansky intervenendo durante la sessione, ha osservato che il trattato è stato un passo importante verso il disarmo nucleare ed è oggi è più che mai attuale e necessario.

"La minaccia alla sua validità è sorta nell'ottobre di quest'anno, quando gli Stati Uniti hanno dichiarato la propria intenzione di ritirarsi unilateralmente dal trattato", ha ricordato il diplomatico. Ha avvertito che l'annullamento del trattato rischia di avviare una corsa agli armamenti su vasta scala.

Correlati:

"La russofobia usata dall'Occidente per arginare la Russia" - Putin
Putin rileva nel mondo sottovalutazione del rischio di una catastrofe nucleare
Russia, ministero esteri commenta ultimatum USA su trattato INF
Mosca annuncia volontà americana di uscire dal Trattato Inf
Tags:
Diplomazia Internazionale, Difesa, Sicurezza, Politica Internazionale, disarmo, Geopolitica, Occidente, Trattato Inf, Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ONU, Cina, UE, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook