08:34 23 Gennaio 2019
Ribelli Huthi in Yemen

L'ONU gioca la carta Yemen contro l'Iran?

© AP Photo / Hani Mohammed
Politica
URL abbreviato
214

Secondo la Reuters, l'ONU avrebbe preparato un rapporto confidenziale, firmato dal segretario generale António Guterres, in cui si afferma che l'Iran fornisce missili anticarro e antiaerei ai ribelli Huthi in Yemen.

Il documento, redatto ogni due anni, è progettato per monitorare il rispetto da parte di Teheran delle sanzioni internazionali anti-iraniane. Nel documento si sostiene che come trofeo della coalizione araba in Yemen sono finiti 2 missili anticarro prodotti in Iran tra il 2016 e 2017.

"La segreteria dell'ONU ha inoltre indagato sui missili anti-aerei smantellati catturati dalla coalizione araba ed ha concluso che sono identici a quelli prodotti in Iran", si afferma nel rapporto.

Allo stesso tempo il documento si astiene dall'affermare che l'Iran violi le risoluzioni delle Nazioni Unite che vietano l'esportazione di armi. Per poter vendere armi all'estero l'Iran ha bisogno dell'autorizzazione del Consiglio di Sicurezza dell'ONU.

In un'intervista con Sputnik Seyed Hadi Afghahi, politologo iraniano esperto di Paesi del Medio Oriente ed ex diplomatico dell'Ambasciata iraniana a Beirut, ha confermato al di là delle righe le consegne di armi iraniane in Yemen, sottolineando allo stesso tempo che se qualche frammento di missile iraniano sia stato trovato nello Yemen, potrebbe essere prodotto e consegnato prima dell'embargo del Paese mediorientale durante il breve periodo alla fine della presidenza di Ali Abdullah Saleh:

"Fino ad oggi ci sono state molte accuse simili contro l'Iran, ma nessuna è stata accompagnata da prove. Vale la pena ricordare le dichiarazioni di Nikki Haley e Benjamin Netanyahu che riguardavano le forniture di missili iraniani in Yemen. A tali persone bisognerebbe porre questa domanda: come può l'Iran fornire i missili se lo Yemen è isolato da tutte le parti: le frontiere aeree, terrestri e marittime dello Yemen sono completamente bloccate.

Nel breve periodo dopo le dimissioni del presidente Ali Abdullah Saleh, l'Iran aveva relazioni diplomatiche con lo Yemen, nell'ambito delle quali sono state fornite armi a Sana'a prima dello scoppio della guerra (si intende il conflitto armato o la Rivoluzione del 21 settembre, tra gli sciiti Huthi da una parte e le forze governative del presidente Abdrabbuh Mansur Hadi dall'altra — ndr) e l'intervento delle forze della coalizione araba guidata dall'Arabia Saudita. Pertanto, se sono stati trovati frammenti di missili, si riferiscono al periodo precedente all'inizio del conflitto (2014). Se ora avessimo l'opportunità di consegnare armi alle forze sciite di Ansar Allah, lo considereremmo un onore. Il nostro leader supremo, l'ayatollah Ali Khamenei, ha affermato a questo proposito che se lo Yemen non fosse bloccato, non avremmo consegnato uno, ma centinaia di missili.

Credo che tali dichiarazioni siano fatte, da un lato, per fare pressione tramite l'Iran sul movimento Ansar Allah, affinchè i suoi leader facciano concessioni sull'intervento saudita a sostegno di Abdrabbuh Mansur Hadi: si tratta del trasferimento del controllo ai sauditi del porto di al-Hudayda, lo scambio o la liberazione di prigionieri, la fine dell'accerchiamento degli Huthi della città di Taiz.

Allo stesso tempo, vale la pena notare che l'Iran fin dall'inizio del conflitto nello Yemen ha dichiarato la sua neutralità ed è favorevole ad una soluzione pacifica mediante lo svolgimento di negoziati tra le parti yemenite in conflitto per la riconciliazione nazionale.

Il secondo obiettivo che perseguono i nemici dell'Iran nelle Nazioni Unite è quello di dare pretesto al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per imporre sanzioni ancora più pesanti contro di noi. Tuttavia l'Iran può facilmente respingere queste accuse (violazione della risoluzione ONU sulla fornitura di armi — ndr) fornendo decine di fatti e prove".

Correlati:

Iran esorta organizzazioni internazionali a intervenire in Yemen
Missili e crisi Yemen, l'Iran reagisce alle accuse dell'Arabia Saudita
Marina USA ha intercettato nave dell'Iran che trasportava armi in Yemen
Tags:
Geopolitica, Politica Internazionale, Armi, Occidente, Huthi, ONU, Arabia Saudita, Yemen, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik