02:17 22 Gennaio 2019
immigrati costa libica

Repubblica Ceca stima quanto hanno guadagnato gli scafisti con i migranti

© REUTERS / MOAS/Jason Florio
Politica
URL abbreviato
212

I trafficanti hanno guadagnato 5,7 miliardi di euro per il trasporto di rifugiati e migranti illegali dal continente africano verso l'Europa, ha detto il primo ministro ceco Andrej Babiš.

"Per me è assolutamente inaccettabile che il flusso di migranti verso l'Europa dipenda dalla mafia degli scafisti, che ha guadagnato 5,7 miliardi di euro nel 2016 secondo Europol", ha detto ai giornalisti all'arrivo al vertice UE di Bruxelles, dove uno dei temo principali sarà la politica migratoria.

Secondo Babish, attualmente ci sono 700.000 immigrati clandestini nell'UE che devono lasciare l'Europa, ma non sono ancora stati espulsi.

Sette dei 28 Stati membri dell'UE, l'Austria, che presiede il Consiglio dell'UE, così come la Repubblica Ceca, l'Ungheria, l'Italia, la Polonia, la Lettonia e la Slovacchia, non hanno firmato il Global Compact, che i rappresentanti di oltre 150 paesi hanno approvato lunedì a Marrakech.

Secondo i membri dell'UE che hanno rifiutato di sostenere l'accordo, questo potrebbe portare a flussi migratori incontrollati e ad un controllo "globale" dei flussi migratori.

Il documento, il cui testo è stato elaborato durante una discussione di sei mesi praticamente da tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite, non è giuridicamente vincolante, ma apre solo la possibilità di una cooperazione globale in questo settore. Come previsto, il patto sarà approvato in una riunione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 19 dicembre.

Secondo il testo del Patto, questo è "un meccanismo di cooperazione nel campo della migrazione in tutti i suoi aspetti" tra gli stati di emigrazione e quelli di immigrazione.

Tuttavia, anche in questa forma, il documento è molto controverso. I suoi detrattori temono che la sua adozione porterebbe ad un aumento del flusso di migranti verso i paesi sviluppati. Allo stesso tempo, gli attivisti per i diritti umani ritengono che le misure menzionate nel patto non siano sufficienti a proteggere i diritti dei migranti. Il testo del documento afferma che "è finalizzato allo sviluppo della cooperazione internazionale in materia di migrazione tra tutti gli attori rilevanti ed è preparato con la consapevolezza che nessuno Stato può risolvere autonomamente le questioni relative alla migrazione".

Da un lato, il patto prevede la raccolta e la compilazione di informazioni sui migranti, il rispetto dei loro diritti elementari, l'assistenza nel lavoro dignitoso, il sostegno in tutte le fasi della migrazione, la fornitura dei documenti necessari e dei servizi consolari. D'altra parte, il documento stabilisce una lotta collettiva contro l'immigrazione clandestina, la cooperazione per garantire il ritorno sicuro e dignitoso degli immigrati illegali nella loro terra d'origine, la loro riammissione e il reinserimento programmato.

Secondo l'ONU, oggi ci sono 68 milioni di sfollati interni nel mondo, tra cui 25 milioni di rifugiati, 3 milioni di rifugiati richiedenti asilo e 40 milioni di sfollati interni.

Correlati:

Media: Cile non firmerà il Global Compact
Belgio: coalizione di governo cade a causa di Global Compact
La Lituania approverà il Global Compact sull’immigrazione senza firmarlo
Conte: su Global compact idee diverse, giusto parlamentarizzare
Tags:
migrazione, migranti, migrazione clandestina, Migranti, migranti, UE, Repubblica Ceca, Bruxelles, Europa
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik