04:38 13 Dicembre 2018
Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu

Polizia giudiziaria israeliana chiede di incriminare per corruzione premier Netanyahu

© REUTERS / Ronen Zvulun
Politica
URL abbreviato
470

La polizia israeliana raccomanda che il primo ministro Benjamin Netanyahu e sua moglie Sarah vengano incriminati per corruzione e processati a seguito dell'indagine sulle loro relazioni con la dirigenza della società Bezek, la più grande compagnia di telecomunicazioni del Paese. Lo si afferma in un comunicato delle autorità.

Gli investigatori sostengono di aver trovato le prove riguardo al fatto che i coinvolti nel "caso 4000" promuovevano gli interessi di "Bezek" in cambio della copertura favorevole delle attività di Netanyahu nel popolare portale di notizie controllato dalla compagnia Walla.

"Il materiale probatorio indica rapporti di corruzione del primo ministro ed i suoi più stretti collaboratori con il proprietario di Bezek Shaul Elovitch", si legge nel comunicato stampa.

La polizia afferma che dal 2012 al 2017 il capo del governo e il suo entourage sono intervenuti "a volte anche quotidianamente" per dare indicazioni sui contenuti del sito web Walla ed inoltre hanno cercato di influenzare le nomine dei dirigenti di questo mezzo si comunicazione.

Nel fascicolo che deve essere consegnato alla Procura Generale, che deve decidere se avviare il processo contro il premier, la polizia giudiziaria consiglia di incriminare Netanyahu e sua moglie "per tangenti, frode e abuso di potere".

Durante le indagini, il premier ha insistito sulla sua innocenza sostenendo con sicurezza che le accuse contro di lui sarebbero finite nel nulla e promettendo di governare il Paese per molti altri anni.

Correlati:

“Netanyahu non verrà condannato per le accuse di corruzione”
Netanyahu: accuse contro di me per corruzione infondate e parziali
Tags:
politica interna, corruzione, Giustizia, Benjamin Netanyahu, Israele
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik