19:14 13 Dicembre 2018
Le navi ucraine approdate al porto di Kerch

Cremlino: guardie di frontiera in Mar Nero hanno attuato piano di difesa dei confini

© Sputnik . Alexey Malgavko
Politica
URL abbreviato
Incidente nello stretto di Kerch (39)
9403

Le guardie di frontiera russe nello stretto di Kerch hanno agito in conformità con i piani previsti in caso di necessità di difendere il confine di stato, questo non può essere definito un attacco, ha dichiarato il portavoce del Cremlino russo Dmitry Peskov.

"Non lo definirei un attacco, piuttosto la chiamerei più un'azione necessaria per la violazione del confine di stato della Federazione Russa. In questi casi ci sono alcuni scenari che le guardie di frontiera seguono in tali situazioni", ha detto Peskov, rispondendo a una domanda dei giornalisti.

Legge marziale in Ucraina

Il presidente ucraino Petro Poroshenko ha firmato un decreto del Consiglio nazionale di sicurezza e difesa dell'Ucraina che introduce la legge marziale in Ucraina.

La legge marziale in Ucraina entrerà in vigore dalle 13:00 (ora di Roma) del 26 novembre fino al 25 gennaio 2019. Lo Stato Maggiore dell'Ucraina è stato incaricato di adottare delle misure per organizzare la mobilitazione parziale.    

La reazione del ministero degli Esteri russo

La volontà politica di Kiev di provocare un conflitto con la Russia in coordinamento con gli Stati Uniti e l'UE porterà a gravi conseguenze. Lo afferma in una dichiarazione rilasciata lunedì il ministero degli Esteri russo in connessione con la provocazione delle autorità ucraine nello stretto di Kerch il 25 novembre.

"Il Ministero degli Esteri della Russia esprime una forte protesta in connessione con la grave violazione delle regole del passaggio pacifico nelle acque territoriali della Federazione Russa nel Mar Nero da parte delle navi della marina ucraina il 25 novembre 2018", ha detto il ministero degli Esteri. "La parte russa ha chiesto un'urgente convocazione di una riunione del Consiglio di sicurezza dell'ONU per discutere della situazione attuale". 

La provocazione nel Mar Nero  

© Sputnik .
La situazione nello stretto di Kerch

Soldati dell'esercito ucraino
© AP Photo / Efrem Lukatsky
In precedenza, tre navi della Marina ucraina sono state bloccate dopo aver violato il confine di Stato russo. "Bredyansk", "Nikopol" e "Yany Kapu" hanno violato il confine di Stato della Russia la mattina del 25 novembre e per alcune ore hanno eseguito delle manovre pericolose nell'acquatorio chiuso.

A causa della provocazione della Marina militare ucraina lo stretto di Kerch è stato chiuso per la navigazione.

Il Consiglio nazionale per la sicurezza e la difesa ucraino ha deciso di introdurre la legge marziale per 60 giorni.   

Tema:
Incidente nello stretto di Kerch (39)

Correlati:

Su-25 russi pattugliano stretto di Kerch a causa di provocazioni dell’Ucraina
Crimea, arriva il commento sul possibile crollo del ponte sullo stretto di Kerch
L'Ucraina mobilita l’esercito
Tags:
Violazioni, confine, Controllo dei confini, violazioni, Difesa dei confini, confini, violazione, Dmitry Peskov, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik