11:50 17 Dicembre 2018
Anonymous

Esperto: scandalo Integrity Initiative è duro colpo per Occidente

© AP Photo / Petros Giannakouris
Politica
URL abbreviato
2191

La pubblicazione dei documenti dell’operazione dell’intelligence britannico Integrity Initiative ha smascherato il Regno Unito e ha colpito duramente l’intero Occidente, ritiene il vice decano della facoltà di economia e politica mondiale della HSE Andrey Suzdalev.

Gli hacker di Anonymous hanno annunciato venerdì la pubblicazione di documenti sulle attività del progetto Integrity Initiative, che il Regno Unito, secondo la loro ipotesi, potrebbe aver utilizzato per interferire negli affari interni dei paesi europei e per la guerra d'informazione contro la Russia. Secondo uno dei siti di Anonymous, il progetto è stato fondato nel 2015 ed è stato finanziato dal governo britannico, e tra gli associati ci sono il finanziere William Browder, Vladimir Ashurko, socio di Alexey Navalny, e lo scienziato Igor Sutyagin, condannato nel 2004 per spionaggio e successivamente graziato.

Suzdaltsev ha osservato che la specificità della politica estera in Occidente sta nel fatto che prima o poi i piani o le azioni riguardanti gli "avversari" diventano di dominio pubblico.

"Cosa dovremmo fare in questo caso? Ovviamente, dobbiamo cambiare questi piani e Discutere. Questo è un duro colpo per il mondo occidentale, e, in realtà, una rivelazione, perché dimostra che i pretesti per accusare ancora una volta la Russia sono effettivamente inventati di sana pianta", ha detto l'esperto a Sputnik.

A suo parere, Mosca dovrebbe reagire rigidamente a tali pubblicazioni, senza superare però una determinata linea. Secondo lui, la Russia ha uno strumento di risposta molto buono. Allo stesso tempo, Suzdaltsev ha spiegato che quando la Russia risponde con sarcasmo a tali dichiarazioni dei paesi occidentali, allora le smentisce da sé.

Suzdaltsev ha osservato che la Russia sopporta un continuo attacco di informazioni da parte della Gran Bretagna negli ultimi 500 anni, e che Londra è "una fucina tradizionale di notizie false sulla Russia".

Secondo l'esperto, è improbabile che la situazione con la scoperta dei documenti sulle attività del progetto di iniziativa per l'integrità pregiudichi la solidarietà europea, ma potrebbe influire sulle relazioni con alcune altre capitali europee a Londra.

"Questa scoperta della verità, ovviamente, non si manifesterà pubblicamente per la solidarietà tra Europa e Nord Atlantico, ma oggettivamente da Germania, Francia e Italia, per loro questo ridurrà la capacità di rispondere a continui scoppi d'ira di Londra", ha concluso Suzdaltsev.

Le spese del progetto Integrity Initiative per l'anno fiscale che si conclude il 31 marzo 2019 sono stimate a 1,96 milioni di sterline (2,51 milioni di dollari), come risulta dai documenti pubblicati. L'obiettivo dichiarato del progetto è quello di contrastare le informazioni in Russia, secondo il sito Web degli hacker. Tra coloro che hanno fornito sovvenzioni al progetto, sono elencati anche il Dipartimento di Stato americano, la NATO e il social network Facebook.

Correlati:

Anonymous: Abbiamo sventato attacco Daesh in Italia
Tags:
hacker, Spionaggio, Diplomazia Internazionale, hacker, spionaggio, crisi diplomatica, relazioni diplomatiche, Spionaggio, Hacker, Anonymous, Alexey Navalny, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik