19:47 16 Dicembre 2018
Sergey Lavrov

Lavrov: Usa usano Stato Islamico come pretesto per presenza militare in Siria

© Sputnik . Vladimir Fedorenko
Politica
URL abbreviato
190

“Il loro principale obiettivo attuale è quello di cambiare di nuovo il regime, non di sconfiggere il Daesh”.

Gli Stati Uniti usano il gruppo terroristico dello Stato islamico come pretesto per la sua presenza militare in Siria. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, che ha anche accusato Washington di aver considerato il Daesh "quasi come un alleato" nella sua lotta contro il governo siriano.

"La mia ipotesi che gli Stati Uniti usano lo Stato islamico come una giustificazione della sua presenza militare in Siria, e quasi come un alleato nella sua lotta contro il regime siriano, si è dimostrata vera. Quindi, il loro principale obiettivo attuale è quello di cambiare di nuovo il regime, non di sconfiggere il Daesh", ha detto Lavrov in una conferenza stampa con il suo omologo portoghese Augusto Santos Silva a Lisbona.

Secondo Lavrov, usare questi pretesti "non fa onore" agli Stati Uniti, dimostrando di avere un "programma nascosto" in Siria a parte quello "palesemente dichiarato" di eliminare il terrorismo in Siria.

Il gruppo terroristico dello Stato Islamico è vietato in Russia.

Correlati:

Lavrov: attività militari USA in Europa ai confini della Federazione Russa pericolose
Tags:
Crisi in Siria, Sergej Lavrov, Siria, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik