09:48 16 Dicembre 2018
Antananarivo, Madagascar

Madagascar: presidenziali, si andrà al ballottaggio fra Rajoelina e Ravalomanana

CC BY 2.0 / Rod Waddington
Politica
URL abbreviato
0 10

L'ex presidente malgascio Andry Rajoelina ha vinto il primo turno delle elezioni presidenziali dello scorso 7 novembre in Madagascar.

Lo ha reso noto la Commissione elettorale nazionale indipendente (Ceni), secondo cui Rajoelina ha vinto le elezioni con il 39,19 per cento dei voti davanti all'altro ex presidente Marc Ravalomanana, fermo al 35,29 per cento. I due ex capi dello Stato si sfideranno così al ballottaggio in programma il prossimo 19 dicembre, dal momento che nessuno dei due è riuscito ad ottenere almeno il 50 per cento dei voti. I risultati sono stati contestati da Rajoelina, il quale ha nuovamente denunciato presunte "manipolazioni" nello spoglio delle schede, come già fatto nei giorni scorsi. "Il trattamento informatico dei risultati del voto non è trasparente", aveva detto Rajoelina, annunciando di non voler riconoscere i risultati provvisori pubblicati e di "ritirarsi dal processo di osservazione dell'elaborazione dei risultati presso la Commissione".

Anche il presidente uscente Marc Rajaonarimampianina ha denunciato brogli. "Il voto dei cittadini è stato vittima di manipolazioni", ha detto Rajaonarimampianina in una nota, facendo appello alle istituzioni competenti affinché impedissero qualsiasi altro tentativo di manipolazione. "Non lasceremo che i cittadini vengano derubati del loro voto", ha aggiunto. Le accuse sono state respinte dalla Commissione elettorale, il cui vicepresidente, Thierry Rakotonarivo, è rimasto sorpreso dalle osservazioni avanzate dal campo Rajoelina. "Non c'è richiesta fatta dai rappresentanti dei candidati che non abbiamo soddisfatto", ha detto, aggiungendo che "il ritiro di un rappresentante di un candidato nell'osservazione del trattamento dei risultati non avrà alcun impatto sul lavoro della commissione elettorale".

La missione di osservazione dell'Unione europea ha definito dal canto suo "calmo e ordinato" il processo elettorale in Madagascar, come riferito dal capo missione Cristian Preda, il quale ha riferito di aver riscontrato "solo un piccolo numero di irregolarità" nelle operazioni di voto che, tuttavia, non influiranno sull'esito e sulla credibilità complessiva delle elezioni. Circa 10 milioni di malgasci sono stati chiamati al voto per scegliere se confermare il presidente uscente Rajaonarimampianina. A sfidare il capo dello Stato sono stati un totale di 35 candidati, tra cui Rajoelina (al potere dal 2009 al 2014) e Ravalomanana (alla guida del paese dal 2002 al 2009), cui la comunità internazionale impedì di candidarsi alle precedenti elezioni del 2013 a seguito delle violenze esplose nel 2009 che causarono un centinaio di morti e condussero al colpo di Stato che portò al potere lo stesso Rajoelina. 

Fonte: Agenzia Nova

Correlati:

Funzionario Stati Uniti trovato morto in Madagascar
Tags:
elezioni presidenziali, Andry Rajoelina, Marc Ravalomanana, Marc Rajaonarimampianina, Madagascar
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik