19:15 13 Dicembre 2018
Il presidente statunitense Donald Trump

Khashoggi, Trump: Assurdo prestare tanta attenzione ad omicidio giornalista

© AP Photo / Carolyn Kaster
Politica
URL abbreviato
3010

Il presidente si è chiesto anche perché gli Usa dovrebbero interessarsi al caso di un uomo che non era un cittadino americano.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump avrebbe definito in colloqui privati con alcune persone "assurdo" il fatto che la gente presti così tanta attenzione all'assassinio del giornalista saudita Jamal Khashoggi quando anche altri paesi, compresa la Cina, fanno "molte cose cattive". Lo ha riferito il sito web di Axios, citando fonti.

Trump ha definito l'assassinio "veramente brutto", ma aggiunto che fosse ridicola l'indignazione della gente per questo omicidio di fronte a pratiche brutali di paesi come la Cina. 

Trump si è chiesto anche perché gli Stati Uniti dovrebbero prendere parte al caso Khashoggi, quando il giornalista non era un cittadino americano e l'assassinio non è avvenuto sul territorio statunitense. Khashoggi, giornalista del Washington Post, noto per le sue critiche alla politica saudita, è scomparso il 2 ottobre dopo essere entrato nel consolato saudita a Istanbul. 
Dopo aver inizialmente negato qualsiasi conoscenza del luogo in cui si trovava Khashoggi, Riad ha ammesso a ottobre che il giornalista era stato ucciso in una rissa all'interno del consolato e che il suo assassinio era stato premeditato. Il 15 novembre, il Tesoro americano ha sanzionato 17 cittadini sauditi presumibilmente coinvolti nell'uccisione di Khashoggi, tra cui Saud Al-Qahtani, l'ex aiutante anziano del principe ereditario saudita'.     

Correlati:

Arabia Saudita adotta misure per evitare il ripetersi di nuovi casi Khashoggi
Arabia Saudita, Procuratore Iistanbul: Khashoggi strangolato e poi il corpo smembrato
Caso Khashoggi non influisce sui preparativi della visita di Putin in Arabia Saudita
Tags:
Caso, Indagine, Jamal Khashoggi, Donald Trump, Arabia Saudita, Turchia, USA, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik