17:32 19 Dicembre 2018
Israeli Merkava tanks roll near the border between Israel and the Gaza Strip as they return from the Hamas-controlled Palestinian coastal enclave on August 5, 2014

Dimissioni di Lieberman non significano vittoria per Hamas

© AFP 2018 / THOMAS COEX
Politica
URL abbreviato
424

Le dimissioni del ministro della ifesa israeliano Lieberman sono viste come la vittoria politica di Gaza, secondo il portavoce di Hamas Abu Zukhri. Condivide la sua opinione con Radio Sputnik, il professor Abraham Diskin, esperto in scienze politiche all'Università ebraica di Gerusalemme e professore del Centro interdisciplinare di Herzliya.

Sputnik: Qual è la tua opinione sulle dimissioni di Lieberman e il ragionamento che ha dato per questo?

Abraham Diskin: L'ultimo atto scatenante è stato il cessate il fuoco con Hamas, e Lieberman ha creduto che fosse troppo presto e Hamas non dissuaderebbe il contrario, e sono sicuro che anche lui aveva problemi di popolarità in Israele, ma sembra che in generale non fosse sincero. Penso che sia davvero in disaccordo con il primo ministro che è stato più moderato diverse volte riguardo al conflitto con i terroristi in generale e con Hamas in particolare.

Sputnik: Beh, il signor Lieberman è ovviamente molto scontento della situazione attuale, l'invio di denaro dal Qatar sarebbe il punto, ma anche il cessate il fuoco. Ciò sta aumentando le pressioni sul Primo Ministro Netanyahu perché invochi effettivamente elezioni anticipate? E perché non vuole davvero autorizzare elezioni anticipate in Israele?

Abraham Diskin: Innanzitutto, non penso che le elezioni anticipate siano state davvero una considerazione importante, ma sono sicuro che ciò era nella sua mente. Ma vedremo cosa succederà. Sapete, quello che abbiamo visto dai media israeliani, per esempio e anche in rete, è una certa critica nei confronti di Netanyahu per essere troppo morbido nei confronti di Hamas e qui alla deterrenza verso i terroristi in generale e Hamas in particolare. E sono sicuro che se si condividono tali critiche e se è condiviso anche da persone vicine a Netanyahu e anche riguardo alla posizione popolare di pochi potenziali elettori al centro dell'arena israeliana, o sul lato destro dell'arena israeliana, penso che sia cauto nei confronti di una decisione come quella che è stata fatta da Lieberman. A proposito, le elezioni anticipate non sono qualcosa di certo. Penso che probabilmente avremo elezioni anticipate, ma non lo sappiamo ancora per certo.

Sputnik: Ora gli abitanti di Gaza dicono che questa è una vittoria politica per loro, crede che sia così?

Abraham Diskin: Per quanto riguarda la valutazione della situazione, Hamas ha davvero implorato il cessate il fuoco. Penso che Israele abbia dato un segnale con i raid aerei, con un preciso bombardamento aereo davvero cauto nel non causare troppe perdite in generale e vittime civili in particolare, ma penso che le esplosioni che Hamas ha osservato sono state molto intense, e al meglio delle mie conoscenze e al meglio della mia comprensione posso dire che Hamas è molto, molto lontana dall'aver ottenuto una vittoria. Anche se Hamas lo presenta come tale, penso che sia vero il contrario e penso anche che la gente in Israele non capisca davvero quello che ho appena detto. La gente dice che forse Netanyahu abbia esistato, forse la deterrenza non dovrebbe essere possibile. Molto presto vedremo delle dimostrazioni al confine con la Striscia di Gaza. Penso che, nonostante il fatto che Hamas presenti la situazione sotto una luce diversa, hanno sofferto troppo… Ma penso che Hamas sia stata ferita troppo gravemente nonostante il fatto che dimostrino il contrario.

Sputnik: Ho sentito che il signor Netanyahu servirà come ministro della Difesa. Riusciranno il primo ministro e il governo a far fronte a questa situazione, a seguito della quale aumenterà la pressione sul governo? Quale reazione dovremmo aspettarci da Hamas, visto che Israele è impegnata a continuare il conflitto?

Abraham Diskin: In primo luogo, questo è il problema principale, perché al momento Netanyahu è sotto forte pressione per nominare il capo del partito della Casa Ebraica alla carica di Ministro della Difesa. Non possono rifiutare questa richiesta, ma non penso nemmeno che Netanyahu la soddisferà. Ecco perché, probabilmente, possono aver luogo delle elezioni anticipate. Le elezioni anticipate dovrebbero svolgersi durante il governo di transizione. Questo governo non ha gli stessi poteri politici di un governo ordinario, ma non penso che si applichi alle questioni di difesa. Penso che questa situazione non abbia nulla a che fare con i problemi di difesa. Nonostante il fatto che il governo israeliano sia transitorio, avrà le mani libere. Data l'atmosfera politica nel paese, credo che, anche dopo aver indetto elezioni anticipate, Israele agirà sulla volontà di Netanyahu.

Correlati:

Palestinesi annunciano cessate il fuoco con Israele
Israele attacca 150 bersagli nella Striscia di Gaza
Israele accusa Hamas per attacco di razzi da Gaza
Tags:
guerra, Guerra, Guerra, Hamas, Avigdor Lieberman, Benjamin Netanyahu, Israele
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik