15:12 15 Dicembre 2018
Julian Assange

WikiLeaks: ufficio del procuratore generale americano accusa Assange

© AP Photo / Matt Dunham
Politica
URL abbreviato
0 04

L’ufficio del procuratore generale americano in USA ha già incriminato Julian Assange, WikiLeaks ha riportato su Twitter.

In precedenza i media hanno scritto che il ministero della Giustizia USA sta preparando le accuse nei confronti del fondatore di WikiLeaks e che ritiene che possa essere condannato negli USA.

Le accuse sono state rese note dopo che l'Assistente del Procuratore Generale degli Stati Uniti Kellen S. Dwyer ha "accidentalmente" fatto trapelare un documento che non era direttamente correlato al caso Assange.

In questo viene affermato, in particolare, che a causa della "complessa personalità della persona accusata e della pubblicità che circonda questo caso, non esiste altra procedura che possa mantenere riservato il fatto che Assange sia già stato accusato".

Le autorità statunitensi non hanno precedentemente confermato o negato l'esistenza di rivendicazioni legali nei confronti di Assange.

Julian Assange si nasconde presso l'ambasciata ecuadoriana a Londra dal 2012. Ha chiesto asilo politico per timore dell'estradizione da parte delle autorità svedesi negli Stati Uniti in connessione con le sue attività a WikiLeaks.

Il nuovo presidente dell'Ecuador, Lenin Moreno, ha dichiarato che Assange potrebbe lasciare l'ambasciata del paese a Londra in qualsiasi momento se i suoi diritti verranno rispettati.

Alla fine di ottobre, Assange ha detto che le autorità ecuadoriane vogliono espellerlo dall'ambasciata e mandarlo negli Stati Uniti. Secondo lui, stanno cercando una scusa per questo.

Dopo che l'Ambasciata dell'Ecuador ha redatto per lui delle regole di condotta che regolano l'ordine delle visite, la comunicazione con il mondo esterno e la fornitura di cure mediche, Assange ha fatto causa al governo della repubblica.

Il fondatore di WikiLeaks non era d'accordo con le condizioni imposte e ha accusato Quito di "limitare l'accesso al mondo esterno". La corte ecuadoriana nella causa legale ha rifiutato la rivendicazione per la protezione dei suoi diritti da rifugiato.

Il procuratore generale dell'Ecuador, Iñigo Salvador Crespo, ha annunciato due possibili opzioni per lo sviluppo della situazione. Secondo lui, Assange "potrebbe arrendersi alle autorità britanniche con le garanzie ricevute dallo stato ecuadoriano per un periodo non superiore a sei mesi a condizione che non venga estradato in nessun altro paese, o potrebbe continuare a rimanere nell'ambasciata ecuadoriana a Londra in base a determinate regole.

L'avvocato di Assange, Carlos Poveda, ha detto che il suo cliente è pronto a consegnarsi alle autorità britanniche se esse gli daranno la garanzia che non verrebbe estradato.

Correlati:

Democratici USA contro Russia, WikiLeaks e Trump: il nuovo Watergate?
L'informatrice di WikiLeaks vuole candidarsi al Senato USA
Daily Beast parla di grossa somma sparita da conto di WikiLeaks in bitcoin
Procuratore generale dell'Ecuador definisce 2 scenari su caso Assange
Tags:
causa legale, accuse, Wikileaks, Ministero della Giustizia, Julian Assange, Regno Unito, USA, Ecuador
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik