10:56 16 Dicembre 2018
Dimtry Medvedev

Forum di Davos, Medvedev: Svizzera faccia marcia indietro su partecipazione Russia

© Sputnik . Ekaterina Shtukina
Politica
URL abbreviato
151

La Russia non parteciperà al prossimo forum economico di Davos, se la Svizzera non tornerà sui suoi passi in merito alle decisioni sulla partecipazione di uomini d’affari russi.

Lo ha detto il primo ministro Dmitry Medvedev. Il Financial Times ha riferito in precedenza, citando due esperti che avrebbero familiarità con la situazione, che agli uomini d'affari russi Oleg Deripaska, Viktor Vekselberg e il capo della banca VTB Andrei Kostin è stata negata la partecipazione al forum.

"Se queste decisioni che sono state prese nei confronti dei rappresentanti delle imprese russe non cambieranno, allora dovremo rifiutare l'invio di funzionari governativi e funzionari di aziende russe con partecipazione statale al forum di Davos, quindi nessuno andrà lì", ha detto Medvedev ai giornalisti dopo la conferenza internazionale sulla Libia a Palermo.

Su Libia

Ha anche dichiarato che la Russia è pronta a cooperare con la Libia, anche per lo sviluppo di progetti economici comuni.

"Siamo pronti a cooperare con i libici, siamo pronti a sviluppare progetti economici insieme. Il paese è ricco, il paese ha tradizioni e noi abbiamo contatti molto avanzati", ha detto Medvedev dopo la conferenza internazionale sulla Libia a Palermo, in Italia.

Medvedev ha aggiunto che questa cooperazione dipende dalla riconciliazione nazionale in Libia, e ha osservato che se le forze politiche del paese non riescono a trovare un accordo, tali conferenze continueranno, poiché "una via d'uscita deve ancora essere trovata".

Correlati:

Libia, ambasciatore Terracciano: Conferenza di Palermo potrebbe contribuire al dialogo
Palermo, ruolo vitale di Mosca nel futuro della Libia
Libia: premier Conte arrivato a Palermo per conferenza
Il premier russo è atteso a Palermo per la Conferenza sulla Libia
Tags:
Dmitry Medvedev, Libia, Svizzera, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik