11:00 21 Novembre 2018
Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov

Elezioni midterm, Lavrov: Le accuse di ingerenza russa sono vuote

© Sputnik . Vitaliy Belousov
Politica
URL abbreviato
241

Le accuse di ingerenza della Russia nelle elezioni presidenziali e di medio termine negli Stati Uniti si sono rivelate vuote.

Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

"Per quanto riguarda le elezioni di medio termine di oggi negli Stati Uniti, come ho già detto, tutte le accuse di ingerenza nelle passate elezioni presidenziali, tutte le accuse che interferiremo nelle elezioni di oggi, si sono rivelate dichiarazioni vuote. Nessuno ci ha fornito fatti specifici, nonostante i nostri numerosi appelli, riguarda le elezioni presidenziali", ha detto Lavrov.

In precedenza oltre 100 account Facebook e Instagram sono stati bloccati alla vigilia delle elezioni di medio termine negli Stati Uniti, in scia alle preoccupazioni di possibili interferenze straniere. Lo ha reso noto Facebook in un comunicato.

"La nostra indagine in fase iniziale ha finora identificato circa 30 account Facebook e 85 account Instagram che potrebbero essere coinvolti in un comportamento non vero e coordinato. Abbiamo immediatamente bloccato questi profili e ora stiamo indagando più in dettaglio".

Quasi tutte le pagine Facebook associate a questi account sono gestite in lingua francese o russa, mentre la maggior parte degli account Instagram sembrano essere per lo più in inglese.

Gli Stati Uniti hanno ripetutamente accusato la Russia di aver interferito nelle elezioni presidenziali del 2016. Il team del consigliere speciale statunitense Robert Mueller ha anche indagato sulle accuse di collusione tra la Russia e la campagna del presidente americano Donald Trump.

Correlati:

Elezioni midterm: Per cittadini Usa priorità sono sanità, economia e immigrazione
Tags:
Sergej Lavrov, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik