07:50 17 Novembre 2018
Petro Poroshenko ed Angela Merkel (foto d'archivio)

In Russia critiche contro la Merkel per le “sanzioni che fanno felice solo Poroshenko”

© REUTERS / Ukrainian Presidential Press Service/Mykola Lazarenko/Pool
Politica
URL abbreviato
2103

La Germania subisce enormi perdite per le sanzioni contro la Russia che rendono felice solo il presidente ucraino Petro Poroshenko, ha twittato il senatore russo Alexey Pushkov.

"Ogni mese la Germania perde 727 milioni di dollari per le sanzioni antirusse ricevendo in cambio solo la gioia di Poroshenko. Sono sicuro: 9 miliardi all'anno non valgono la pena. La decisione della Merkel di prolungare incessantemente le sanzioni, così come di accogliere più di 1 milione di migranti, sono i due più grandi errori del suo governo."

​In precedenza la cancelliera tedesca Angela Merkel aveva dichiarato che la Germania avrebbe sostenuto il prolungamento delle sanzioni contro la Russia.

Secondo la Merkel, le sanzioni possono essere alleggerite "se si registrano progressi" nell'attuazione degli accordi di Minsk.

I rapporti tra Mosca e l'Occidente sono peggiorati dopo il colpo di stato in Ucraina e la riunificazione della Crimea con la Russia. Gli Stati Uniti ed alcuni altri Paesi hanno accusato Mosca di ingerenza negli affari interni dell'Ucraina ed hanno imposto sanzioni.

Il Cremlino ha ripetutamente affermato che la Russia non partecipa al conflitto interno ucraino e che la riunificazione della Crimea è avvenuta in modo democratico a seguito di un referendum.

Correlati:

Le aziende tedesche continuano a patire le conseguenze delle sanzioni contro la Russia
Bild: la casa brucia ma Angela Merkel pensa a nuove sanzioni contro la Russia
Imprenditori tedeschi chiedono alla Merkel di schierarsi contro le sanzioni antirusse USA
Sostenitori Merkel condannano posizione governo sulle sanzioni antirusse
Merkel: il G7 è pronto ad inasprire le sanzioni contro la Russia
Tags:
Business, migranti, Immigrazione, Politica Internazionale, Economia, sanzioni antirusse, Crisi dei migranti, Accordi di Minsk, Petro Poroshenko, Angela Merkel, Alexey Pushkov, Germania, UE, Donbass, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik