15:32 15 Novembre 2018
Estrazione di petrolio

Diplomazia siriana commenta le sanzioni americane contro l'Iran

© Sputnik . Ilya Pitalev
Politica
URL abbreviato
3120

La Siria condanna la decisione dell'amministrazione statunitense di imporre nuove sanzioni contro l'Iran e le considera una reazione dell'impossibilità di Washington di onorare i propri impegni, si legge in un comunicato del ministero degli Esteri siriano.

Questo passo è il proseguimento della politica di Washington che compromette la stabilità e la sicurezza nella regione, secondo Damasco.

"Questa decisione riflette nuovamente l'incapacità degli Stati Uniti di rispettare i propri obblighi in conformità con il Piano d'azione globale congiunto sul programma nucleare iraniano del 2015", si legge in un post del dicastero diplomatico siriano su Facebook.

Secondo il ministero degli Esteri siriano, gli Stati Uniti adottano misure unilaterali contro i Paesi che si rifiutano di "sottomettersi ai loro diktat."

Damasco solidarizza con Teheran in questo contesto e crede che le sanzioni rafforzeranno solo l'Iran nel tentativo di resistere alla politica statunitense.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva annunciato a maggio che Washington si sarebbe ritirata dall'accordo sul programma nucleare con l'Iran. Aveva inoltre comunicato il ripristino di tutte le sanzioni contro l'Iran. Le sanzioni più sensibili che colpiscono l'export petrolifero di Teheran entreranno in vigore il 5 novembre. Washington ha fatto sapere di voler azzerare le esportazioni di petrolio di Teheran invitando i suoi acquirenti a rinunciare al greggio iraniano.

Correlati:

Sanzioni Iran, ministero esteri russo: la politica USA va rivista
Casa Bianca non si aspetta deficit petrolifero a causa di sanzioni anti-Iran
Presidente Rouhani sulle nuove sanzioni americane: "l'Iran non ha paura"
Tags:
Politica Internazionale, Petrolio, Sanzioni, Donald Trump, USA, Medio Oriente, Siria, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik