15:29 15 Novembre 2018
Nicolas Sarkozy

Sarkozy svela effetto imprevisto delle sanzioni

© Sputnik . Michail Klementjev
Politica
URL abbreviato
9120

Le sanzioni antirusse hanno portato ad un imprevisto, ovvero che Mosca si sta allontanando dall’Europa e si sta avvicinando a Pechino, ha dichiarato in una intervista con la testata Point l’ex presidente della Francia.

Abbiamo osservato che le sanzioni contro Mosca sono controproducenti, non rispondono agli interessi degli europei, e vengono imposte su "ordine di Donald Trump". L'ex presidente ha anche espresso rammarico che la politica delle restrizioni economiche si riduca a "fare di tutto per spingere la Russia tra le braccia della Cina". Secondo lui, bisogna "tendere" la mano a Mosca.

"È necessario migliorare i rapporti con la Russia, ora dobbiamo immaginare una nuova organizzazione sovranazionale in cui si riunirebbero tre parti: Europa, Turchia e Russia", ha detto Sarkozy, aggiungendo che prima era contrario all'adesione della Turchia all'Unione europea.

L'ex presidente è a favore di un dialogo più intenso tra Mosca e Bruxelles e di una più profonda integrazione della Russia. Secondo lui, "rafforzerebbe l'architettura del continente", poiché paesi come l'Ucraina non dovrebbero scegliere tra le due parti.

Le relazioni tra Mosca e l'Occidente sono peggiorate dopo il colpo di stato in Ucraina e la riunificazione della Crimea con la Russia. Gli Stati Uniti e alcuni altri paesi hanno accusato Mosca di essere intervenuta e hanno imposto sanzioni contro di essa. La Russia ha risposto e si è diretta alla sostituzione delle importazioni. Il Cremlino ha ripetutamente affermato che la Russia non partecipa al conflitto interno ucraino e che la Crimea si è unita alla Russia in modo democratico grazie ad un referendum.

Correlati:

NO: consigliere Gheddafi ha confermato che Sarkozy ha preso i soldi dalla Libia
Finanziamenti libici a Sarkozy, l’affare ha anche un aspetto politico
Uomo d'affari francese: come riceveva i soldi dalla Libia Sarkozy
Esperto: accuse a Sarkozy rallegrano i libici
Tags:
Relazioni Internazionali, Sanzioni, relazioni economiche, relazioni bilaterali, Relazioni con la Russia, Donald Trump, Nicolas Sarkozy, Nicholas Sarkozy, Francia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik