08:15 19 Novembre 2018
Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov

USA avevano inviato alla Russia lista di domande e pretese riguardo il trattato INF

© Sputnik . Vitaliy Belousov
Politica
URL abbreviato
1114

Gli Stati Uniti avevano presentato alla Russia un elenco di domande sull'implementazione del trattato per l'eliminazione dei missili a medio e corto raggio alcuni giorni prima di annunciare i propositi per uscire dall'accordo; Mosca aveva già iniziato a preparare le risposte, ha affermato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

"Solo una settimana fa, alcuni giorni prima di annunciare l'intenzione di ritirarsi dal trattato INF, gli americani attraverso la loro Ambasciata a Mosca avevano inviato al ministero degli Esteri russo un elenco dettagliato di questioni e fatti che destavano sospetti. Alla fine ci hanno risposto alle nostre richieste di chiarire cosa turba e su che basi hanno tratto le conclusioni. Abbiamo inoltrato la lista al ministero della Difesa russo e ad altre agenzie governative che hanno bisogno di esaminare queste pretese, sono stati avviati i lavori per rispondere ai timori americani", ha detto il ministro.

Lavrov ha inoltre invitato gli Stati Uniti a riferire cosa intendono fare nell'ambito del controllo degli armamenti dopo l'uscita dal Trattato INF.

Correlati:

Uscita Usa dall’INF obbliga Russia a puntare i missili contro basi in Europa
Gorbaciov: “errore abbandonare il trattato INF”
Il Ministero degli Esteri commenta le parole di Trump per l'uscita dal trattato INF
Tags:
Difesa, Sicurezza, euromissili, Trattato Inf, Il Ministero degli Esteri della Russia, Sergej Lavrov, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik