04:27 13 Novembre 2018
Giuseppe Conte a Mosca

Conte a Mosca: “Voglio testimoniare al presidente Putin costante disponibilità al dialogo”

© Sputnik . Vitaly Belousov
Politica
URL abbreviato
Alessandro Naselli
10380

Il primo ministro Giuseppe Conte oggi è in visita ufficiale a Mosca. Il corrispondente di Sputnik Italia Alessandro Naselli segue la visita.

La visita di Conte è iniziata in mattinata quando il Premier ha posto dei fiori sulla tomba del milite ignoto fuori dalle mura del Cremlino.

Successivamente si è recato in visita all'expo center nel quartiere finanziario di Mosca dove, accompagnato dall'ambasciatore Pasquale Terracciano ha incontrato gli imprenditori italiani in Russia del settore calzaturiero.

In risposta ad Annarita Pilotti, presidente di Assocalzaturifici, la quale in un discorso ha chiesto al primo ministro un ulteriore impegno nel sostegno delle aziende italiane in Russia e negli sforzi per abolire le sanzioni il Premier ha dichiarato:

"La Russia è il nostro partner di riguardo, è un partner strategico e mi darete atto che dall'inizio di questa esperienza di governo ho da subito (…) dimostrato di dare attenzione a questo paese, ho proposto un G8 con il presidente Putin seduto con i partner del G7 per risolvere tutte le più importanti crisi del mondo".

Poi rivolgendosi alla questione delle sanzioni Conte ha detto "ho subito dimostrato una certa sensibilità per il fatto che le sanzioni non possono costituire un fine, quanto piuttosto un mezzo per impostare la risoluzione di divergenze".

  • La visita di Giuseppe Conte a Mosca
    La visita di Giuseppe Conte a Mosca
    © Sputnik . Alessandro Naselli
  • La visita di Giuseppe Conte a Mosca
    La visita di Giuseppe Conte a Mosca
    © Sputnik . Alessandro Naselli
  • La visita di Giuseppe Conte a Mosca
    La visita di Giuseppe Conte a Mosca
    © Sputnik . Alessandro Naselli
1 / 3
© Sputnik . Alessandro Naselli
La visita di Giuseppe Conte a Mosca
Prima di visitare gli stand degli espositori italiani il premier ha concluso:

"se io sono qui in visita ufficiale, è perché evidentemente voglio testimoniare al presidente Putin una costante disponibilità al dialogo".

La visita di Conte oggi proseguirà nel Palazzo dei Ricevimenti del Governo russo dove incontrerà il suo omologo Dmitry Medvedev e successivamente al Cremlino dove terrà dei colloqui con il presidente russo Vladimir Putin. 

Conte invita Putin a visitare l'Italia

Giuseppe Conte ha invitato il presidente Vladimir Putin a recarsi in Italia durante i colloqui in corso al Cremlino.

Il premier italiano ha affermato l'importanza dei rapporti della Federazione Russa con l'Italia sostenendo che "abbiamo realizzato un'amicizia solida che va oltre le difficoltà del momento". Ha inoltre dichiarato che la sua "presenza qui vuole cogliere l'opportunità di esplorare e valorizzare tutto il potenziale delle nostre relazioni".

Successivamente ha invitato il presidente russo a recarsi in visita ufficiale in Italia: "Presidente vorrei subito iniziare con un augurio, che lei possa subito venire in Italia. Manca da troppo tempo. Non vorrei che il popolo italiano pensasse che lei non gli presta attenzione".

Incontro Conte-Putin: firmati 13 accordi commerciali per €1,5 miliardi

Oggi il premier Giuseppe Conte ha condotto dei lunghi colloqui con il presidente Vladimir Putin durante la sua visita ufficiale a Mosca, la prima di un premier italiano in Russia dal 2002, riporta Sputnik.

I risultati dell'incontro del premier Giuseppe Conte con il presidente Vladimir Putin sono stati brillanti. Durante la conferenza stampa alla fine dell'incontro è stata annunciata la firma di ben 13 accordi commerciali tra aziende italiane e russe per un valore pari a circa 1,5 miliardi di euro, nonché la conferma della partecipazione di un'alta delegazione della Russia alla conferenza sulla Libia a Palermo.

Come ha dichiarato Putin durante la conferenza stampa che "si sono tenuti dei colloqui molto dettagliati e significativi che hanno praticamente interessato tutto lo spettro, tutte le questioni della cooperazione russo-italiana".

Inoltre durante l'incontro dei due capi di stato, davanti ad una delegazione di imprenditori delle più grandi aziende italiane operanti in Russia, è stata annunciata l'inaugurazione di una fabbrica di motori elettrici per il settore Oil&Gas russo.

Dopo l'inaugurazione della fabbrica il presidente Putin è intervenuto dichiarando rivolgendosi agli imprenditori italiani: "Le vostre compagnie lavorano con successo con i partner russi, realizzando grandi progetti in diversi settori economici, (...), sono sicuro che non resterete fermi davanti a questi risultati, ma che pianificate di espandere ulteriormente le vostre attività sul mercato russo".

Riferendosi agli accordi commerciali firmati, il presidente Putin durante la conferenza stampa ha dichiarato: "Voglio sottolineare l'Italia è un nostro importante partner economico. Per questo oggi con il Signor Conte ci siamo concentrati più di tutto sui rapporti commerciali e d'investimento".

Il primo ministro italiano ha ribadito la volontà del governo italiano di consolidare il rapporto con la Russia sostenendo che "i rapporti bilaterali sono in eccellente stato nonostante la persistenza delle condizioni che hanno condotto alle sanzioni".

Conte ha poi di nuovo ripetuto "che le sanzioni non possono costituire un fine, quanto piuttosto un mezzo per impostare la risoluzione di divergenze".

"Ritengo molto importante confrontarci con un partner strategico importante quale è la Russia. La Russia è fondamentale per individuare soluzioni alle principali crisi regionali, che per essere sostenibili devono essere politiche".

Per quanto riguarda le questioni internazionali i due leader si sono concentrati principalmente sulla sicurezza e la risoluzione politica di diverse crisi a livello mondiale, in particolare Libia, Siria e Ucraina.

Libia

Sulla questione Libia I due leader si sono trovati d'accordo sull'idea che il consolidamento istituzionale e la sicurezza politico-sociale debbano essere ottenuti solo attraverso "un processo di dialogo inclusivo e di riconciliazione" guidato dall'ONU e nel rispetto della volontà del popolo libico.

Il 12 e il 13 novembre si terrà la Conferenza di Palermo alla quale prenderanno parte tutti gli attori libici e i principali partner regionali e internazionali.

"La partecipazione della Russia è fondamentale per la risoluzione della questione libica", ha detto Conte.

Siria

Per quanto riguarda la Siria Vladimir Putin ha sottolineato che la stabilizzazione della Siria contribuirà a ridurre il problema migratorio in Europa, mentre Conte ha voluto specificare che i punti di vista dei due leader convergono sulla crisi siriana in particolare per quanto riguarda il sostegno all'ONU, ai negoziati di Ginevra, e che la riconciliazione debba passare "attraverso una soluzione pacifica e politica".

Ucraina

Conte ha dichiarato che le controversie nei rapporti tra la Russia e l'Europa causate della crisi Ucraina, rischiano di "far perdere la fiducia e la collaborazione" costruita negli anni e che l'Italia è a favore del dialogo. Infine ha sottolineato che "non c'è alternativa all'attuazione degli accordi di Minsk", e ha ribadito il supporto al gruppo Normandia e all'OSCE.

Un regalo russo

E così ha finito il primo giorno di Giuseppe Conte in Russia:

La conferenza stampa di Conte e Putin

Correlati:

Relazioni italo russe
Arrivato a Mosca il premier italiano Giuseppe Conte
Salvini e Conte, staffetta a Mosca per rilanciare il no alle sanzioni
Conte invita a riammettere la Russia nel G8
Tags:
relazioni Italia-Russia, Giuseppe Conte, Italia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik