07:15 15 Novembre 2018
Caccia greci

La Grecia vuole espandere le sue acque territoriali di 12 miglia

© AP Photo / Hellenic Air Force
Politica
URL abbreviato
436

Il ministero degli Esteri greco ha preparato una bozza di un decreto presidenziale sulla progressiva espansione fino a 12 miglia delle acque territoriali nazionali: si inizierà con le isole occidentali.

Lo ha dichiarato l'ex ministro degli Esteri Nikos Kotzias durante la cerimonia di passaggio dell'incarico di capo della diplomazia del Paese al premier Alexis Tsipras.

Pochi giorni fa Kotzias si è dimesso dal suo incarico di ministro degli Esteri e successivamente il premier greco Alexis Tsipras ha detto che avrebbe guidato il dicastero diplomatico per chiudere l'accordo con l'ex Repubblica jugoslava di Macedonia.

"La nostra politica estera chiude una questione di 120 anni ed apre all'espansione della sovranità territoriale del Paese. Si estende da Othoni (un'isola nel Mar Ionio) ad Anticitera. Si espande da 6 a 12 miglia. E' la prima volta da quando abbiamo preso le isole del Dodecaneso. I corrispondenti decreti presidenziali sono pronti", — ha detto Kotzias.

Secondo lui, l'espansione delle acque territoriali sarà graduale e partirà dalla Isole Ionie per poi proseguire verso Creta.

Come notato da Kotzias, la decisioe è coerente con il diritto internazionale. Tsipras ha affermato che questo lavoro continuerà.

Ora le acque territoriali della Grecia si estendono per 6 miglia dalla costa, mentre lo spazio aereo per 10 miglia.

La Turchia ha dichiarato che l'espansione delle acque territoriali fino a 12 miglia diventerebbe un "casus belli" (un motivo formale per dichiarare guerra). Tuttavia in questa fase i piani del governo greco non riguarderanno le isole del Mar Egeo in direzione del confine turco.

Correlati:

La Grecia e la bugia della crisi finanziaria superata
Grecia, ministro della Difesa annuncia apertura di un centro di addestramento NATO
“Neonazismo e populismo la principale minaccia per l'Europa” – presidente Grecia
Tags:
Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, Confine, Níkos Kotziás, Alexis Tsipras, Creta, Mar Ionio, Mar Egeo, Grecia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik