06:47 15 Novembre 2018
Il muro di separazione tra USA e Messico

Il muro USA al confine con il Messico non ha risolto la questione migratoria

© REUTERS / Mike Blake
Politica
URL abbreviato
0 21

Il corrispondente dell’agenzia Sputnik ha discusso la situazione dell’immigrazione clandestina in USA con il segretario stampa della Federazione delle Riforme per l’immigrazione d'America, Dave Ray.

Sputnik: è noto che circa 17.000 persone hanno tentato di attraversare il confine sudoccidentale degli Stati Uniti. Questo è un numero record da quando il presidente Trump ha interrotto la separazione delle famiglie alla frontiera tre mesi fa. Ciò significa che il sistema di frontiera esistente non funziona?

Dave Ray: Il presidente Trump ha fatto più di qualsiasi presidente nella recente storia degli Stati Uniti per riprendere il controllo dell'immigrazione, ma abbiamo ancora molti problemi legati all'immigrazione clandestina. Tuttavia, quello che vediamo di più in tutto questo e che gli immigrati abusano del nostro sistema di asilo. A causa di un accordo giudiziario vecchio di decenni che impedisce ai minori di essere in stato di detenzione per più di 20 giorni, coloro che desiderano immigrare illegalmente negli Stati Uniti arrivano con bambini al seguito. I bambini, in sostanza, sono la loro carta per "uscire di prigione ", assicurando che gli adulti e i bambini che li accompagnano possano essere trattenuti per non più di 20 giorni. Vengono poi rilasciati (da qui la frase 'catch and release'), per attendere un udienza del tribunale che non verrà fissata non prima di 4 anni. La maggior parte di loro, fino all'80%, non si presenterà mai all'udienza e continueranno a vivere illegalmente qui negli Stati Uniti. A causa di scappatoie legali nel nostro sistema di asilo politico, le nostre leggi sull'asilo vengono utilizzate, in massa, per eludere il processo legale di immigrazione.

Sputnik: Che tipo di strumenti può utilizzare la Border Patrol per prevenire l'infiltrazione di migranti illegali negli Stati Uniti?

Dave Ray: la costruzione del muro di confine, l'adozione del sistema E-Verify obbligatorio, un sistema elettronico che garantisce che solo chi può lavorare legalmente negli Stati Uniti sia in grado di ottenere un lavoro qui, chiudere le cosiddette città santuari, città e comuni che rifiutano cooperare con la legge federale sull'immigrazione, e il tamponamento delle scappatoie legali nelle nostre leggi sull'asilo. Tutto questo aiuterebbe a scoraggiare e prevenire la futura immigrazione clandestina negli Stati Uniti.

Sputnik: Pensa che la proposta della costruzione del muro possa impedire l'attuale flusso migratorio?          

Dave Ray: Sì. Infatti, nelle aree in cui è già stato costruito un muro di confine, l'immigrazione clandestina è diminuita drasticamente. Anche se un muro alla frontiera non fermerà tutti, rallenta certamente il flusso di immigrazione clandestina e rende più facile e molto più sicuro il lavoro della Guardia di Frontiera. In questa settimana scorsa, tre agenti della Border Patrol sono stati attaccati alla frontiera. Il muro di confine non solo scoraggerebbe la futura immigrazione clandestina, ma renderebbe molto più sicuri i nostri confini.

Sputnik: Donald Trump ha twittato oggi che del personale militare potrebbe essere schierato vicino sulla frontiera meridionale. Un'azione del genere potrebbe ridurre il flusso di immigrati clandestini?

Dave Ray: La legge nota come "The Posse Comitatus Act", impedisce l'uso di militari statunitensi per eseguire compiti civili, come forze di polizia o pattuglie di frontiera. Tuttavia, il dispiegamento delle forze armate alla frontiera consentirebbe alla Border Patrol di essere liberata da alcuni dei suoi compiti e dedicare tutte le sue risorse e tempo al tema dell'immigrazione.

Sputnik: Pensa che la questione della crisi migratoria possa diventare uno degli argomenti più caldi prima delle elezioni di medio termine?

Dave Ray: assolutamente. L'immigrazione è un tema fondamentale per gli elettori e rimarrà tale fino a quando gli Stati Uniti saranno in grado di controllare il flusso di stranieri, droghe, traffico di esseri umani e potenziali terroristi nella nostra nazione.

Sputnik: quale strategia dovrebbe seguire il governo degli Stati Uniti in merito ai quasi 12 milioni di migranti illegali sul territorio degli Stati Uniti?

Dave Ray: Con l'adozione di E-Verify obbligatorio, sarà sempre più difficile per la grande popolazione di immigrati illegali lavorare negli Stati Uniti, e molti di loro torneranno a casa. Gli stranieri illegali, come il resto di noi, sono persone razionali. E se non riescono più a guadagnarsi da vivere qui, torneranno dove possono lavorare legalmente e cercheranno un futuro migliore lì.

Sputnik: Quali sono le sue argomentazioni in risposta a coloro che sostengono che il lavoro a basso costo è necessario per l'economia in forte espansione dell'America?

Dave Ray: Non c'è niente di economico nel lavoro illegale degli stranieri, poiché gli immigranti illegali costano ai contribuenti americani circa 116 miliardi di dollari l'anno in servizi sociali e sostegno. Nelle aree in cui il costo del lavoro è troppo alto per essere competitivo, le aziende statunitensi si meccanizzeranno. Lo hanno già fatto in molti aspetti dell'agricoltura e della produzione.

Correlati:

Politico belga: l’immigrazione di massa è una bomba sotto l’UE
Ai contadini del Texas chiesti terreni per costruire il muro anti-immigrati col Messico
Trump insiste sulla costruzione di un muro sul confine con il Messico
Tags:
Muro, Immigrazione, muro, emergenza immigrazione, Immigrazione clandestina, immigrazione, Muro al confine, Immigrazione clandestina, immigrazione, Servizio statale di frontiera, Sputnik, Donald Trump, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik