11:36 21 Novembre 2018
Jamal Khashoggi

Caso Khashoggi, re dell'Arabia Saudita promette indagini al segretario di Stato USA

© AP Photo/ Jacquelyn Martin
Politica
URL abbreviato
123

Il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha ringraziato il re dell'Arabia Saudita Salman bin Abdul Aziz Al Saud per l'impegno delle autorità a sostenere l'inchiesta sulla scomparsa del giornalista saudita Jamal Khashoggi in Turchia, ha riferito a Sputnik la portavoce del Dipartimento di Stato Heather Nauert.

In precedenza il ministero degli Esteri saudita aveva riferito su Twitter che il sovrano aveva ricevuto oggi il segretario di Stato americano Mike Pompeo nella sua residenza di Riyadh.

"Il segretario di Stato Mike Pompeo si è incontrato oggi con il re dell'Arabia Saudita Salman a Riyadh. Il segretario ha ringraziato il re per la salda collaborazione tra Arabia Saudita e Stati Uniti. Sono state discusse diverse questioni regionali e bilaterali. Inoltre il segretario ha ringraziato il re per l'impegno a sostenere un'indagine approfondita, trasparente e tempestiva sulla scomparsa di Jamal Khashoggi", si legge nella dichiarazione.

​Secondo il documento, Pompeo ha anche incontrato il ministro degli Esteri dell'Arabia Saudita Adel al-Jubeir. Durante l'incontro le parti hanno discusso questioni regionali e bilaterali. Il segretario di Stato ha ribadito le preoccupazioni degli Stati Uniti sulla scomparsa del giornalista.

Il canale televisivo Al-Arabia ha comunicato che il capo della diplomazia americana ha incontrato anche il principe ereditario dell'Arabia Saudita, Mohammed bin Salman Al Saud.

In precedenza il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva dichiarato di aver discusso con le autorità saudite la scomparsa del giornalista d'opposizione saudita Jamal Khashoggi e di inviare Pompeo a Riyadh per chiarire la situazione.

Khashoggi, che lavora come editorialista per il Washington Post e vive negli Stati Uniti dal 2017, è scomparso in Turchia il 2 ottobre dopo essere entrato nell'edificio del Consolato Generale dell'Arabia Saudita ad Istanbul. Secondo le autorità saudite, Khashoggi è scomparso dopo aver lasciato l'edificio del consolato e la missione diplomatica coopera con le autorità turche per chiarire le circostanze della sua scomparsa.

Allo stesso tempo il presidente turco Tayyip Erdogan ha affermato che l'Arabia Saudita deve dimostrare il suo non coinvolgimento nella scomparsa del giornalista e le sue spiegazioni relative a questa vicenda non sono convincenti.

In precedenza i media turchi avevano riferito che, durante la prima ispezione dell'edificio del Consolato Generale saudita avvenuta la scorsa notte, la polizia scientifica turca ha prelevato campioni di suolo nel cortile dell'edificio ed utilizzato strumenti all'ultravioletto per cercare tracce di sangue all'interno dell'edificio. L'ispezione dell'edificio diplomatico è durata oltre 9 ore.

Khashoggi è noto per aver criticato l'attuale politica di Riyadh.

Correlati:

Il Caso Khashoggi difficilmente cambierà gli attuali allineamenti in Medio Oriente
Arabia Saudita-Usa: Pompeo ricevuto da re Salman a Riad per caso Khashoggi
Caso Khashoggi, Trump non vuole rinunciare ai contratti militari con l'Arabia Saudita
L’orrore del caso Khashoggi incrina le strategie degli Usa
Tags:
Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, Giustizia, giornalista, Incidente, Jamal Khashoggi, Mike Pompeo, Adel al-Jubeir, Il re Salman bin Abdulaziz Al Saud, Istanbul, Arabia Saudita, Turchia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik