16:37 17 Novembre 2018
Brexit

Per esperto della CNN “Europa più debole e mondo meno sicuro dopo la Brexit”

© Foto : Pixabay
Politica
URL abbreviato
338

L'uscita della Gran Bretagna dalla UE implicherà determinate conseguenze geopolitiche, ha scritto nel suo articolo per la CNN, il presidente della società di consulenza Eurasia Group Ian Bremmer.

La Brexit indebolirà l'Europa, porterà all'isolamento della Gran Bretagna ed esacerberà anche le tensioni nel mondo, ha scritto nel suo articolo per la CNN, il presidente di Eurasia Group, Jan Bremmer.

L'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea, indipendentemente dalle condizioni che si verificheranno, avrà alcune conseguenze geopolitiche, è convinto Bremmer.

Ad esempio la Brexit non porterà benefici nei "rapporti privilegiati" tra Stati Uniti ed Europa.

"Un'Unione Europea senza la Gran Bretagna è un partner molto più debole per Washington quando gli interessi degli Stati Uniti e della UE coincidono, così come è un antagonista molto più debole in quei casi in cui questi gli interessi si scontrano", sottolinea Bremmer.

Come riconosciuto dall'esperto, molti dei problemi che dividono la UE e gli Stati Uniti sono maturati da molto tempo. Le divergenze sull'atteggiamento da perseguire con la Russia, così come il finanziamento della NATO e le operazioni in Medio Oriente hanno già provocato tensioni tra gli Stati Uniti e l'Europa.

Tuttavia la Brexit mina l'alleanza transatlantica in tutte le direzioni, dal momento che le sfide derivanti dall'uscita della Gran Bretagna dall'UE distolgono l'attenzione e la forza di Bruxelles dal lavorare con Washington per alleggerire le divergenze esistenti.

Dopo la Brexit, anche il Regno Unito si indebolirà. Avrà bisogno di una collaborazione con gli Stati Uniti come non mai, in quanto Londra ricoprirà un ruolo sempre meno importante come centro bancario internazionale. E quando Washington e Londra avvieranno i negoziati per un accordo bilaterale, il presidente Trump avrà molto più potere nelle trattative, come del resto ne è consapevole.

Sul fronte della politica estera, la situazione non sembra molto migliore. Se consideriamo che l'attuale presidente degli Stati Uniti è solidale con la Russia, mentre l'Europa persegue una politica basata su un'accettazione pragmatica delle realtà economiche in relazione con Vladimir Putin, in particolare sulle questioni energetiche, la Gran Bretagna ha scelto un momento negativo per attaccare unilateralmente Mosca. L'amicizia, come notato nell'articolo, gioca un ruolo importante nella geopolitica.

"Gli attuali conflitti tra le potenze mondiali si combattono per il commercio e gli investimenti. L'uscita della Gran Bretagna dalla UE costituirà un'importante pietra miliare nel cammino verso un ordine mondiale simile, dove ci saranno molte più controversie", Ian Bremmer riassume nel suo articolo per la CNN.

Correlati:

La Brexit senza accordo metterà a rischio i collegamenti ferroviari con l'Europa
La Brexit accende le discussioni sull'appartenenza di Gibilterra
Juncker: "dopo la Brexit nell’UE resterà solo un grande paese"
Parigi come nuovo centro finanziario dell'Europa dopo la Brexit: quali conseguenze?
A Londra sicuri, UE dirà sì a sanzioni contro la Russia per il caso Skripal
Tags:
Geopolitica, Politica Internazionale, Occidente, Brexit, NATO, CNN, Vladimir Putin, Donald Trump, Ian Bremmer, USA, UE, Russia, Regno Unito
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik