04:43 17 Dicembre 2018
Donetsk

Media tedeschi spiegano perché per agli USA serve lo status speciale del Donbass

© Sputnik . Mikhail Voskresenskiy
Politica
URL abbreviato
0 112

L’Ucraina ha di nuovo prorogato, fino al 2019, la legge in vigore sullo status speciale delle regioni di Donetsk e Lugansk mostrando in questa maniera, che le autorità di Kiev non vogliono riconoscere effettivamente le “regioni insorte” scrive il Junge Welt.

La testata sottolinea che la legge sullo status speciale del Donbass è una finzione. Si presume che dovrebbe essere istituito dopo le elezioni regionali sotto le leggi dell'Ucraina, ma in realtà significhrebbe la fine per entrambe le repubbliche.

Come ritiene la testata il problema consiste nel fatto che la legge formalmente si basa sugli accordi di Minsk, i quali richiedono il ritiro degli armamenti, l'amnistia e altre concessioni per gli abitanti delle due regioni da parte dell'Ucraina, ma Kiev non vuole ascoltare tutto questo. E in questo viene attivamente sostenuta dagli Stati Uniti.

Se la legge non fosse stata prorogata, l'Ucraina diventerebbe automaticamente la parte che non rispetta il processo di Minsk. Quindi lo scenario militare sarebbe abbastanza probabile, scoppierebbe una guerra e le autorità di Kiev si aspetterebbero sicuramente un risultato negativo, osserva il quotidiano.

Ma i "partner occidentali" dell'Ucraina e in particolare degli Stati Uniti non lo vogliono. È vantaggioso per loro che la situazione resti nel limbo e che al confine con la Russia rimanga una "ferita", che continuerà a richiedere l'impiego di risorse e che potrà essere riaperta in qualsiasi momento, scrive il quotidiano.

Con tutto questo, gli Stati Uniti continuano a incoraggiare la rinascita del nazionalismo, in particolare, accettando il saluto nazista nell'esercito, dice l'articolo.

"La salsiccia del nazionalismo, che il cane  ucraino alla guinzaglio di Washington sta mangiando ora, è un revival del saluto nazista: il cane può abbaiare e viene persino incorraggiato a farlo, ma non può ancora mordere" conclude la pubblicazione.

La scorsa settimana, il parlamento ucraino ha adottato una legge che stabilisce lo slogan dei nazionalisti ucraini "Gloria all'Ucraina!- Gloria agli eroi!" come saluto delle forze armate ucraine e della polizia nazionale.

La decisione è stata sostenuta da 271 parlamentari con il minimo necessario di 226 voti.

Inoltre, ora ai militari ci si dovrà rivolgere come "signore" e non "compagno".

Il documento deve ancora essere firmato dal presidente Petro Poroshenko.

La questione della risoluzione della situazione nel Donbass viene discussa, in particolare, durante le riunioni del gruppo di contatto a Minsk. Tuttavia, dopo gli accordi di armistizio, continuano le scaramucce tra le parti in conflitto. 

Correlati:

In Polonia approvata legge contro l'apologia di Bandera e nazionalismo ucraino
Figlio del padre del nazionalismo ucraino accusa la Polonia di ambizioni coloniali
Poroshenko rivela quanto costa a Kiev la guerra nel Donbass
Ucraina, Poroshenko accusa la Russia di ostacolare le forze di pace nel Donbass
Tags:
Situazione nel Donbass, Legge, Donbass, Legge, Conflitto nel Donbass, Legge sui dati personali, Situazione nel Donbass, Donbass, sanzioni, Donbass
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik