08:41 18 Ottobre 2018
Benghazi, Libia

La politica miope dell’Occidente ha reso la Libia roccaforte del terrorismo

© AFP 2018 / Abdullah DOMA
Politica
URL abbreviato
161

La miope politica dell'Occidente ha trasformato la Libia in una roccaforte del terrorismo, ha dichiarato sabato il vice Ministro degli Esteri russo Mikhail Bogdanov.

"I gruppi terroristici che operano nel continente africano, molti dei quali seguono l'ideologia dell'Islam radicale, sono particolarmente pericolosi… A causa delle politiche estremamente miopi dei paesi occidentali, la Libia è diventata una roccaforte del terrorismo. Ha detto Bogdanov, parlando ad un vertice sull'Africa nel quadro del Forum internazionale "Dialogo di civiltà".

In Libia ci sono due governi: nell'est del paese governa un parlamento eletto dal popolo mentre ad ovest, nella capitale Tripoli, legifera il governo di accordo nazionale, guidato da Fayez Mustafa al-Sarraj, formato con il sostegno delle Nazioni Unite e dell'Unione Europea. Le autorità della parte orientale del paese operano indipendentemente da Tripoli e cooperano con l'Esercito nazionale libico (LNA), guidato da Khalifa Haftar, che sta conducendo una guerra con i militanti. 

Correlati:

Trump prenderà parte alla conferenza internazionale sulla Libia in Italia a novembre
Mogherini: la stabilità in Libia è la chiave della sicurezza in Europa
Libia, Italia dall'inerzia all'azione
Parla l’esperto: Roma sa che le elezioni in Libia possono portare una nuova guerra civile
Tags:
guerra, Terrorismo, guerra civile, terrorismo, Guerra, terrorismo, Nazioni Unite, Unione Europea, Mikhail Bogdanov, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik