10:43 21 Ottobre 2018
Bandiera dell'Iraq

Iraq: per la prima volta donna parteciperà a elezioni presidenziali

© AFP 2018 / SAFIN HAMED
Politica
URL abbreviato
531

Per la prima volta nella storia dell’Iraq alle elezioni per la presidenza parteciperà una donna. Sarwa Abdel Wahid, la candidata a presidente dell’Iraq, ha detto a Sputnik che la carica di presidente del paese non è così onorevole come sembra. Richiede molto lavoro per stabilire relazioni internazionali sia nella regione che nel resto del mondo.

"Purtroppo, non esiste una strategia esterna comune, i funzionari governativi responsabili sono trattati singolarmente nella politica estera dell'Iraq. A mio parere è necessario dedicare tempo ed energie per lo sviluppo di un unico corso politico da usare come base per parlare con i paesi arabi e con il mondo intero", ha detto la candidata alla presidenza dell'Iraq.

Per quanto riguarda la situazione interna, la questione della tensione confessionale viene prima di tutto.

"Recentemente, questo problema è venuto alla ribalta, e, per molti aspetti è collegato alla lotta contro i terroristi dello Stato Islamico. Dopo la vittoria sull'estremismo, la tensione religiosa e confessionale è diminuita in modo significativo. Un anno fa, c'è stata la questione della separazione del Kurdistan iracheno dal governo federale, ma ora tutte le questioni vengono risolte insieme a Baghdad. Oggi noi iracheni abbiamo una grande possibilità di costruire un forte stato sovrano. È un momento molto favorevole", ha detto Sarwa Abdel Wahid.

La candidata ha preso atto che il presidente iracheno dovrà risolvere la questione della distribuzione equa delle entrate petrolifere. Questo riguarda principalmente il Kurdistan iracheno. È importante prestare la massima attenzione alla creazione di relazioni tra Baghdad e Erbil, ha detto Sarwa Abdel Wahid.

Sarwa Abdel Wahid è nata nel 1972 nella provincia di Sulaymaniyah. Nel 1993 si è laureata all'Università di Baghdad con una laurea in lingua araba. Fino al 1998 ha insegnato all'università. Nel 2014 è stata eletta al parlamento iracheno come rappresentante della provincia di Erbil. È stata nominata alle elezioni presidenziali in modo indipendente.

La carica di presidente iracheno, anche se è una posizione importante e desiderabile, è in gran parte simbolica con poteri limitati. Secondo la costituzione irachena, il presidente del Consiglio deve essere uno sciita, il presidente un curdo, e il presidente del Parlamento un sunnita.

Correlati:

Coalizione USA riconosce responsabilità per la morte di 1114 civili in Siria e in Iraq
Iraq, arrestato il presunto assassino di Miss Iraq 2015
Media: Iraq nega ad aereo russo attraversamento spazio aereo. L’ambasciata smentisce
Inquinamento acqua potabile: più di 1000 persone avvelenate in Iraq
Tags:
elezioni, elezione, Strategia, Elezioni, Stato Islamico, Iraq
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik