09:38 18 Ottobre 2018
Bandiera UE a Londra

Il governo britannico esorta l'UE a non trasformarsi in una prigione "simile all'URSS"

© Sputnik . Alex MacNaughton
Politica
URL abbreviato
3110

Il ministro degli Esteri britannico Jeremy Hunt ha esortato l'Unione Europea a non trasformarsi in una prigione, "simile all'Unione Sovietica".

"Che cosa è successo alla fiducia e agli ideali del sogno europeo? L'UE è stata creata per difendere la libertà. L'Unione Sovietica ha vietato alle persone di andarsene", ha detto, parlando domenica al Congresso del Partito Conservatore. Hunt ha criticato la politica dell'UE nei negoziati con il Regno Unito per la Brexit. Ha dichiarato che Bruxelles "punisce" Londra per la sua decisione di lasciare l'Unione. In precedenza, i paesi dell'Unione Europea ha respinto il cosiddetto "piano Checkers" della premier britannica Theresa May, che suggeriva la creazione tra la Gran Bretagna e l'UE di una zona di libero scambio, e prevedeva un registro comune per i prodotti industriali e agricoli. Questo ha portato i negoziati in un vicolo cieco sei mesi prima della Brexit.

"La lezione che ci presenta la storia è chiara. Se si trasforma l'Unione Europea in prigione, il desiderio di andare via non diminuirà, e continuerà a crescere. E non saremo l'unico prigioniero che vuole scappare. Rifiutate la mano dell'amicizia, che ha allungato la nostra premier, voltate le spalle alla partnership che darebbe all'Europa più sicurezza, più libertà e più opportunità che mai nella storia", ha detto Hunt.

Egli ha criticato le proposte dell'Unione Europea per la conservazione dell'Irlanda del Nord nell'unione doganale in nome dell'esecuzione dell'Accordo del Venerdì Santo, ha detto che la Gran Bretagna non sarà mai d'accordo sulla nascita di un confine sul suo territorio. Il Regno Unito lascerà l'Unione Europea il 29 marzo 2019.

Correlati:

Summit tra leader europei su Brexit il 20 settembre
Deutsche Bank: via 450 miliardi di euro di asset da Londra a causa della Brexit
Brexit, inglesi favorevoli a un nuovo referendum
Tags:
brexit, Brexit, Jeremy Hunt, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik