17:10 20 Ottobre 2018
Recep Tayyip Erdogan

Crisi siriana, nuove accuse di Erdogan contro gli USA

© Sputnik . Sergey Guneev
Politica
URL abbreviato
965

Gli Stati Uniti non hanno rispettato i propri obblighi sul ritiro delle forze di autodifesa curde siriane da Manbij, ha affermato il presidente della Turchia Recep Tayyip Erdogan.

"Gli Stati Uniti non hanno rispettato la road map e il calendario sul ritiro delle forze YPG da Manbij. Non hanno lasciato questa regione, gli Stati Uniti non hanno mantenuto le loro promesse".

Erdogan ha accusato Washington di rafforzare la presenza militare nel nord della Siria "insieme ad un'organizzazione terroristica" ed ha aggiunto che Ankara sta prendendo misure di risposta ad Idlib.

Rispondendo alla domanda se la Turchia condurrà un'operazione militare coordinata con la Russia nei territori ad est dell'Eufrate controllati dalle forze curde YPG, Erdogan ha dichiarato che la questione non è d'attualità.

"Ma non posso dire che non accadrà in futuro, vediamo come evolveranno gli eventi", ha osservato.

Correlati:

Scontri tra esercito siriano e curdi nel nord-est della Siria
Ancora una volta sedotti e abbandonati, non c’è pace per i curdi
La Turchia effettuerà esercitazioni militari con gli USA nel Mediterraneo orientale
Turchia annuncia che non si sottometterà alle sanzioni USA contro Russia e Iran
Merkel: bene gli accordi di Russia e Turchia per Idlib
Siria, Turchia e Russia stabiliscono chi deve lasciare la zona smilitarizzata
Tags:
Politica Internazionale, Geopolitica, Curdi, crisi in Siria, YPG, Recep Erdogan, Medio Oriente, Siria, Idlib, Russia, USA, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik