21:08 23 Ottobre 2018
Emmanuel Macron

Media: avvicinamento tra Russia e Francia è priorità, ma Macron non è all'altezza

© REUTERS / Stoyan Nenov
Politica
URL abbreviato
482

In un nuovo contesto internazionale, dove l'UE è in una crisi irreversibile e la NATO ha cessato di esistere, il riavvicinamento tra Russia e Francia sta diventando una priorità assoluta, scrive la testata Boulevard Voltaire. Tuttavia, non ci aspettiamo che questo venga realizzato dal leader francese Emmanuel Macron, ritiene la pubblicazione.

Come ricorda Boulevard Voltair, il 12 settembre il Ministro degli Esteri francese, Renaud Girard, in un'intervista a Le Courrier de Russie, ha invitato Emmanuel Macron "a scommettere sulla Russia". Nonostante Mosca sia un partner "irregolare" per la Francia, e molte questioni, come quella "georgiana, della transnistria e cecena, non siano ancora state completamente risolte", l'appello del Ministro degli Esteri potrebbe essere accolto con favore, scrive il giornale. Tuttavia, l'autore della pubblicazione guarda con scetticismo le possibilità che il riavvicinamento franco-russo possa essere raggiunto da Emmanuel Macron.

Tra gli argomenti a favore di tale riavvicinamento il giornalista include le "grandiose prospettive di cooperazione con la vasta Russia nella sfera industriale, scientifica e culturale", così come il desiderio della Russia di rimanere nello spazio "euro-cristiano", invece di trovarsi da sola in uno scontro uno contro uno con un miliardo e mezzo di cinesi "iperattivi e onnipervadenti".

"L'improvviso cambiamento del paradigma dominante nel mondo", il crescente rifiuto delle idee di globalizzazione da parte del pubblico e la volontà di modificare l'allineamento delle forze politiche in Europa, sono alla base della necessità di un riavvicinamento con la Russia. L'autore è convinto che, l'Europa, basata sul principio della non interferenza, è in una "crisi irreversibile", la conferma della quale è la Brexit e la vittoria degli euroscettici in Italia e in Europa orientale. Inoltre, il principio della multi-polarità è stato da tempo messo in discussione dal nuovo contesto internazionale, stabilito dallo "schiocco delle dita" di Donald Trump.

"A questo proposito, la Francia dovrebbe offrire alla Russia un'alleanza storica preferenziale", sostiene Boulevard Voltaire. A questo riguardo, ha bisogno di recuperare terreno dai concorrenti che non obbediscono alle sanzioni anti-russe imposte da Bruxelles.

Inoltre, dato che il Presidente degli Stati Uniti è fuori gioco a causa dei sospetti dei legami con la Russia, la Francia, essendo una "potenza nucleare europea, una potenza diplomatica nel mondo e oggetto di passione culturale da parte dei russi", dovrebbe offrire la possibilità di via d'uscita dalla crisi ucraina, è sicuro l'autore. Questa opzione dovrebbe includere la neutralità politica e militare dell'Ucraina, la creazione di uno Stato Federale che garantisca i diritti delle regioni etniche, lo status economico speciale del paese, il riconoscimento della Crimea come parte della Russia, la vera democratizzazione del sistema politico e l'eliminazione dei gruppi neonazisti.

Inoltre, il disarmo militare e nucleare dell'Europa Centrale dovrebbe diventare una risposta al rigetto degli Stati Uniti degli obblighi militari nei confronti della NATO, che in realtà significa la fine dell'esistenza dell'alleanza, osserva la testata.

Ma è in grado Emmanuel Macron, "così attaccato alla signora Merkel e così dipendente dai propri cliché intellettuali e dagli sponsor finanziari", di fare questo?" si domanda retoricamente Boulevard Voltaire.

Correlati:

Il Cremlino risponde a Macron sul sogno di Putin di demolire l'UE
Macron il Contraddittorio
Capo diplomazia di Mosca commenta discorso “filorusso” di Macron
Macron annuncia possibile collaborazione con la Russia
Tags:
Rapporti, rapporti politico-militari, rapporti con la Russia, rapporti bilaterali, Rapporti con la Russia, NATO, UE, Donald Trump, Emmanuel Macron, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik