06:44 23 Settembre 2018
Londra

Londra cerca di ottenere dalla UE nuove sanzioni più pesanti contro la Russia

CC0 / Pixabay
Politica
URL abbreviato
16022

Il Regno Unito si impegnerà per la rapida implementazione delle sanzioni concordate dalla UE relative all'uso di armi chimiche e intende ottenere un ulteriore inasprimento delle misure afflittive contro la Russia, ha ribadito il vice ministro degli Esteri Alan Duncan.

In precedenza lo scorso 6 settembre, durante una riunione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, il rappresentante permanente della Gran Bretagna aveva dichiarato che Londra avrebbe preso in considerazione l'estensione delle sanzioni contro la Russia a seguito dei nuovi sviluppi sul caso Skripal. Londra cercherà di ottenere nuove sanzioni contro Mosca dalla UE.

"Apprezziamo il fatto che il nuovo pacchetto di misure sostenuto dall'UE a giugno includa un nuovo regime di sanzioni legato all'uso di armi chimiche. Continueremo a batterci per la sua rapida attuazione e cercheremo anche di ottenere nuove sanzioni per punire i responsabili degli attacchi informatici, chi viola gravemente i diritti umani, così come cercheremo di rafforzare le attuali sanzioni della UE contro la Russia", si afferma nel testo di una lettera che il vice ministro ha inviato al Parlamento.

Correlati:

Politico russo propone rottura delle relazioni diplomatiche con Londra
Corte di Appello di Londra dà ragione a Kiev contro Mosca sul debito di 3 miliardi $
Petrov e Boshirov esortano Londra a trovare i veri colpevoli
Ambasciata russa a Londra smentisce articolo del Guardian sul caso Skripal
Tags:
Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, sanzioni antirusse, Caso Skripal, Unione Europea, Alan Duncan, Gran Bretagna, UE, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik