01:32 26 Settembre 2018
Bandiera della Siria

“Per l'Occidente in Siria è stata una vergogna”: accuse dal Bundestag

© Sputnik . Dmitry Vinogradov
Politica
URL abbreviato
12121

L'Occidente ha perso l'opportunità di influenzare lo sviluppo degli eventi in Siria: è il risultato della fallimentare politica degli Stati Uniti e dell'Europa in Medio Oriente.

Lo ha affermato il presidente della commissione Esteri del Bundestag Norbert Röttgen in un'intervista con il portale online Kieler Nachrichten.

Secondo il politico, in Siria, in particolare ad Idlib, presto iniziare un'operazione su larga scala e il ruolo chiave sarà interpretato da Damasco, dalla Russia e dall'Iran; è una delle conseguenze della politica occidentale nella regione negli ultimi anni.

Röttgen ha accusato di questa situazione l'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama, che nel 2013 "non è riuscito a rispondere militarmente agli attacchi chimici di Assad", nonostante la promessa di condurre operazioni militari.

Il politico ha inoltre definito l'Europa "un mendicante politico", che ha perso tutta la sua influenza e provocato il rafforzamento del ruolo della Russia e dell'Iran.

"L'Europa è diventata un mendicante diplomatico. Ora dobbiamo chiedere alla Russia, all'Iran ed Assad di non fare ancora quello che hanno fatto in tutto questo tempo. Sappiamo per certo che non esaudiranno la nostra richiesta", — rileva Röttgen.

Accusa inoltre la UE di ignorare completamente i suoi errori e di mancanza di volontà per analizzarli e correggerli.

"Per 7 anni consecutivi, l'Unione Europea non ha imparato dagli errori commessi in Siria. Germania, Francia e Italia non hanno tratto nessuna lezione dal loro fallimento. L'Europa si è messa a nudo in Siria, non si può dire in altro modo," — afferma Röttgen.

Secondo il politico, l'Occidente sta vivendo una grave crisi, che ha già portato a un grande flusso di profughi verso l'Europa.

"Stiamo vivendo una crisi politica e morale generata dalla mancanza di una politica europea in Medio Oriente, abbiamo accettato un gran numero di profughi, ma non abbiamo cambiato il contesto sul campo e non creiamo le basi per farlo in futuro", ha sottolineato Röttgen.

Correlati:

Rouhani parla degli effetti negativi della presenza USA in Siria
Ministro esteri siriano nomina paesi che ricostruiranno la Siria
Ministero degli Esteri: eliminare la minaccia globale nel nord-ovest della Siria
Putin annuncia preparazione di provocazione a Idlib
Wiener Zeitung: Putin butta fuori gli USA dallo scacchiere Medio Oriente
La posizione di Putin ha salvato milioni di vite in Medio Oriente
Putin, vero protagonista in Medio Oriente
Perché la verità sulla Siria non interessa ai media occidentali? Risponde analista tedesco
Tags:
Terrorismo, Geopolitica, Politica Internazionale, Occidente, crisi in Siria, Bundestag, Esercito della Siria, Unione Europea, Norbert Röttgen, Bashar al-Assad, Idlib, Medio Oriente, Iran, Germania, Siria, UE, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik