13:55 19 Settembre 2018
Il segretario di Stato statunitense Mike Pompeo

USA accusano l'Iran di violare "diritto sovrano alle sanzioni"

© AP Photo / J. Scott Applewhite
Politica
URL abbreviato
12339

La citazione in giudizio degli Stati Uniti da parte dell'Iran presso la Corte internazionale di giustizia delle Nazioni Unite è un tentativo di interferire nel diritto sovrano di Washington di intraprendere azioni legittime, compreso il ripristino delle sanzioni. Lo si afferma in una dichiarazione fatta oggi dal segretario di Stato USA Mike Pompeo.

La Corte internazionale di giustizia delle Nazioni Unite ha iniziato oggi a valutare la denuncia delle autorità iraniane contro gli Stati Uniti a seguito dell'introduzione di sanzioni unilaterali da parte di Washington.

"La trasmissione della denuncia dell'Iran alla Corte internazionale di giustizia è un tentativo di interferire nel diritto sovrano degli Stati Uniti di intraprendere azioni legittime, incluso il ripristino delle sanzioni, necessario a salvaguardare la nostra sicurezza nazionale," — ha affermato Pompeo.

Ha osservato che gli Stati Uniti sono intenzionati a "difendersi con decisione" in tribunale contro la denuncia "ingiustificata" dell'Iran.

Correlati:

Washington critica stanziamento di fondi UE a beneficio dell'Iran
Iran deluso da inerzia dei Paesi europei a difesa dell'accordo nucleare
L'Iran accusa gli USA di aver creato “gruppo d'azione” per rovesciare autorità
Compagnia petrolifera francese Total lascia l'Iran
La Cina è pronta a portare avanti la cooperazione con l'Iran
Israele entrerà nella "NATO araba" contro l'Iran?
Dal dollaro all'oro: l'Iran prosegue la battaglia contro l'embargo petrolifero americano
L'Iran di nuovo sotto sanzioni
Tags:
Sanzioni, Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, Giustizia, Dipartimento di Stato USA, ONU, Mike Pompeo, Iran, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik