09:46 22 Settembre 2018
United States Imposes New Sanctions on Iran

Esperto: sanzioni per Salisbury non sono “niente di nuovo”

© Sputnik . Igor Mikhalev
Politica
URL abbreviato
0 20

Il primo pacchetto di sanzioni statunitensi non contiene nulla di fondamentalmente nuovo per la Russia, ma la motivazione delle sanzioni e il loro ultimatum sono allarmanti, ha dichiarato il direttore della Franklin D. Roosevelt Foundation presso l'Università statale di Mosca Yuri Rogulev.

Le sanzioni americane precedentemente annunciate contro la Russia con l'accusa di utilizzo di armi chimiche sono entrate in vigore lunedì.

Conformemente alle sanzioni, ogni assistenza USA alla Russia in base alla legge sugli aiuti stranieri del 1961 dovrebbe essere terminata, "oltre all'assistenza umanitaria urgente, al cibo e ad altri prodotti agricoli".

Il Dipartimento di Stato non emetterà più licenze di export di armi e prodotti a duplice uso statunitensi a società di proprietà dello stato russo, ad eccezione delle esportazioni necessarie per la cooperazione nello spazio e nei lanci spaziali commerciali, nonché i prodotti necessari per garantire la sicurezza dei voli dell'aviazione civile. Sono possibili anche altre eccezioni individuali.

Alla Russia verrà anche negato "qualsiasi prestito, garanzia di credito e altro sostegno finanziario" da qualsiasi istituzione statunitense.

"Nessuno ci ha mai venduto merci militari, non abbiamo mai comprato tecnologia avanzata, è da molto tempo fa sono già state introdotte delle restrizioni perciò nulla di nuovo in principio è contenuto in queste sanzioni. E l'impossibilità di soddisfare questi ultimatum è allarmante" ha detto l'esperto a Sputnik.

"La differenza fondamentale, sono le motivazioni, del tutto irrealistiche, oltre il senso della ragione comune. Queste sanzioni vengono imposte dall'esecutivo, a differenza di legislatori che hanno preparato anche un disegno di legge. Ora è in discussione. L'esecutivo ha deciso di anticiparlo. Se questa legge parla molto della Russia e della sua presunta interferenza nelle elezioni americane, allora qui le basi sono completamente diverse, il che porta il presidente al di là di ogni accusa di relazioni con la Russia e lo espone come un uomo pronto a perseguire una dura strada nelle relazioni con la Russia. Cioè, di nuovo vediamo che la Russia sta diventando ostaggio della lotta politica interna negli Stati Uniti", ha detto l'esperto.

Un secondo pacchetto più rigido di queste sanzioni potrebbe essere introdotto a novembre: il divieto in questo caso può influire sui prestiti alle entità legali russe, sulle esportazioni e sulle importazioni di beni.

Le basi per l'imposizione di sanzioni erano accuse contro la Russia nell'uso di armi chimiche nel British Salisbury, dove l'ex ufficiale del GRU Sergei Skripal e sua figlia Yulia erano stati avvelenati. La Russia nega queste accuse e suggerisce un'indagine congiunta sull'incidente, che Londra non è d'accordo.

Nella città inglese di Salisbury il 4 marzo, secondo le accuse delle autorità britanniche, l'ex ufficiale del GRU Sergei Skripal e sua figlia Yulia sono stati avvelenati, provocando un grande scandalo internazionale. Londra crede che lo stato russo sia coinvolto nell'avvelenamento di Skripal con la sostanza A234, Mosca lo nega categoricamente.

Correlati:

Germania esorta a reagire a nuove sanzioni antirusse USA
Nuove sanzioni USA contro la Russia entrano in vigore
Dipartimento di Stato USA: nuove sanzioni antirusse entreranno in vigore 27 agosto
Mosca promette reazione adeguata a nuove sanzioni USA
Tags:
Sanzioni, Sanzioni, sanzioni, Dipartimento di Stato, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik