07:01 19 Settembre 2018
Migranti (foto d'archivio)

Il Belgio dice no all'accoglienza dei migranti dalla nave Diciotti

© AP Photo / Olmo Calvo
Politica
URL abbreviato
24110

Il Belgio non prenderà i clandestini soccorsi dall'equipaggio della nave Diciotti della Guardia Costiera italiana, ha dichiarato il segretario di Stato del Belgio per le questioni di asilo e migrazione Theo Francken.

I marinai della nave Diciotti il 15 agosto hanno fatto salire a bordo 177 migranti naufraghi presso le acque territoriali di Malta. Quando gli italiani hanno chiesto alle autorità maltesi il permesso di attraccare in uno dei porti dell'isola per dare accoglienza ai migranti, Valletta ha risposto con un rifiuto. Successivamente la Diciotti per cinque giorni ha navigato presso Lampedusa in attesa della decisione del governo italiano e solo nella serata di lunedì la nave è potuta attraccare al porto di Catania. Tuttavia il ministro dell'Interno e vice premier Matteo Salvini non ha dato il via libera per far sbarcare sulla terraferma i migranti ed ha chiesto che la soluzione a questo problema venisse trovata a livello europeo nell'ambito del programma di ridistribuzione degli immigrati tra i Paesi della UE. 

Dopo il no di Bruxelles al ricollocamento dei migranti, anche il governo belga si è tirato fuori.

"Non ci apprestiamo più ad accogliere i migranti clandestini che dal Nord Africa arrivano in Europa a bordo di navi, non può essere una soluzione al problema", — ha detto Francken nel canale locale VRT.

Tags:
Immigrazione, Politica Internazionale, Crisi dei migranti, Unione Europea, Theo Francken, Matteo Salvini, Belgio, Sicilia, UE, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik