20:22 19 Settembre 2018
Bandiera dell'Iran

Iran deluso da inerzia dei Paesi europei a difesa dell'accordo nucleare

CC BY 2.0 / Blondinrikard Fröberg / Iranian flag
Politica
URL abbreviato
360

La Germania, la Francia e la Gran Bretagna "parlano troppo ma fanno passi concreti troppo piccoli" per implementare e difendere l'accordo sul programma nucleare di Teheran, ha dichiarato il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif.

Se gli europei credono davvero nell'accordo in qualità di importante trattato di sicurezza, devono fare qualcosa e "non devono avere paura dei costi e delle conseguenze" (derivanti dalle sanzioni statunitensi), ha affermato il capo della diplomazia iraniana.

Secondo il ministro degli Esteri iraniano, la UE ha alcuni mesi prima che Teheran prenda la decisione sul futuro dell'accordo.

Se l'Iran resterà o meno nell'accordo di Vienna del 2015, Teheran lo deciderà prima dell'introduzione del secondo pacchetto di sanzioni statunitensi a novembre.

Correlati:

L'Iran accusa gli USA di aver creato “gruppo d'azione” per rovesciare autorità
La Cina è pronta a portare avanti la cooperazione con l'Iran
Israele entrerà nella "NATO araba" contro l'Iran?
Dal dollaro all'oro: l'Iran prosegue la battaglia contro l'embargo petrolifero americano
L'Iran ha presentato un missile balistico di nuova generazione
EU: imprese europee libere di decidere di operare in Iran o no
Tags:
Difesa, Sicurezza, Diplomazia Internazionale, Sanzioni, Occidente, Politica Internazionale, accordo nucleare, Accordo con Iran, Casa Bianca, Frankfurter Allgemeine Zeitung, Donald Trump, Mohammad Zarif, USA, Gran Bretagna, Germania, Francia, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik