05:37 19 Settembre 2018
Cina USA

Nuovo budget militare USA tocca la linea rossa nei rapporti tra Washington e Pechino

© AP Photo / Andy Wong
Politica
URL abbreviato
5112

Il ministero degli Esteri cinese ha manifestato il forte disappunto di Pechino a seguito della menzione negativa della Cina nel bilancio della difesa degli Stati Uniti firmato lunedì dal presidente Donald Trump per il 2019.

Oltre a misure per limitare le attività delle società cinesi, il documento contempla il rafforzamento della cooperazione tra Stati Uniti e Taiwan nel campo della difesa e della sicurezza. Le conseguenze dell'adozione di questo documento per le relazioni sino-americane seguono nell'articolo di Sputnik.

L'adozione del bilancio significa non solo un sostegno simbolico all'amministrazione di Taiwan, ma l'espansione della cooperazione operativa nel settore della difesa tra Washington e Taipei. Gli Stati Uniti intendono contribuire alla modernizzazione tecnologica dell'esercito di Taiwan. La legge di bilancio consente anche esercitazioni militari congiunte e contatti ufficiali tra i militari di entrambe le parti. E' significativo che l'approvazione del bilancio sia coincisa con la visita del capo dell'amministrazione di Taiwan Tsai Ing-wen negli Stati Uniti.

Tsai Ing-wen ha fatto tappa negli Stati Uniti nel suo viaggio in Paraguay, importante alleato diplomatico di Taiwan in America Latina. Gli osservatori hanno rilevato che sebbene i leader di Taiwan abbiano fatto in passato scalo negli Stati Uniti, la peculiarità dell'attuale tappa è stato il discorso di Tsai Ing-wen con evidenti sottintesi politici diretti contro Pechino. Intervenendo alla Biblioteca Presidenziale "Ronald Reagan", Tsai Ing-wen ha ricordato le parole di questo presidente americano, secondo cui è possibile discutere di qualsiasi questione senza scendere a compromessi sulla nostra libertà e sul nostro futuro. Secondo Tsai Ing-wen, questo approccio coincide con l'umore del popolo di Taiwan in questo periodo. Inoltre Tsai Ing-wen ha apprezzato molto le cosiddette "6 assicurazioni" di Reagan a Taiwan. Implicano che gli Stati Uniti non fisseranno limiti alle vendite di armi a Taiwan e non si consulteranno con Pechino prima di prendere decisioni sulla vendita di armi a Taipei.

Si pone l'interrogativo se l'adozione del bilancio militare americano violi alcuni importanti accordi raggiunti da Trump e Xi Jinping: eppure la questione di Taiwan è stata ripetutamente discussa a lungo, da Trump sono arrivate rassicurazioni sul fatto che resterà immutata la politica americana per il riconoscimento di una sola Cina. A proposito, durante l'attuale tappa di Tsai Ing-wen queste promesse sono state ribadite dal Dipartimento di Stato. Nel frattempo la situazione cambia. Sembra che Trump, a fronte delle attuali divergenze con la Cina, sia disposto a spingersi oltre rispetto a Reagan. Si può affermare che insieme al Mar Cinese Meridionale, Taiwan sta diventando un importante teatro della rivalità militare tra Cina e Stati Uniti? Sputnik ha chiesto l'opinione dell'analista cinese Yang Danzhi, assistente del direttore del Centro per la sicurezza regionale dell'Accademia delle scienze sociali della Cina.

"Il fatto che questa legge faccia riferimento allo svolgimento di esercitazioni militari congiunte tra USA e Taiwan e al rafforzamento dell'interazione tra i funzionari degli Stati Uniti e di Taiwan, già porta molto vicino alla "linea rossa" delle relazioni sino-americane.

Sebbene la legge sulle relazioni con Taiwan fosse in vigore già in precedenza, le passate amministrazioni statunitensi non si sono spinte così lontano nella questione di Taiwan. Questo invia un segnale errato ai sostenitori dell'indipendenza di Taiwan. Se le forze separatiste continuano ad espandersi, la situazione a Taiwan sarà difficile da controllare, ci potrebbe essere una forte escalation, un conflitto o anche una guerra nello Stretto di Taiwan. Gli Stati Uniti hanno sempre più spesso fatto ricorso alla "carta Taiwan" nel tentativo di contenere la Cina. La dirigenza del Partito Democratico Progressista di Taiwan a sua volta spera di sfruttare l'ingerenza e il sostegno degli Stati Uniti per rafforzare le loro posizioni nei negoziati con Pechino."

L'esperto ha posto l'accento sulla formazione di un "legame strategico" tra Taiwan e gli Stati Uniti. Avviene nel contesto dei tentativi di contenere strategicamente la Cina, in particolare, attraverso l'attuazione della strategia indo-pacifica. Tuttavia, secondo Yang Danzhi, gli Stati Uniti hanno dei limiti che possono ostacolare i loro piani, in primo luogo la risposta attiva della parte cinese.

"Sebbene le forze statunitensi siano grandiose, tuttavia se sulla questione di Taiwan o su altri problemi regionali in Asia gli Stati Uniti porteranno la situazione ad un conflitto militare con la Cina, non rispetteranno i propri interessi nazionali. Trump, dopo essere salito al potere, presta molta attenzione all'uso della "carta di Taiwan", gradualmente intraprende vari passi strategici in questa direzione. La Cina, da un lato, deve mantenere alta l'attenzione, dall'altra prepararsi allo scontro. Le questioni fondamentali della sovranità e dell'integrità territoriale non possono essere messe a rischio o soggette a concessioni, ma si può combattere più abilmente."

Correlati:

Esperto russo: la Cina usa con successo le tecnologie ipersoniche nella difesa
Gli USA sono preoccupati per la forza della Cina in America Latina
Business Insider: Russia e Cina hanno trovato "tallone d'Achille" USA
La Cina avverte gli USA di stare fuori dalla questione Taiwan
La Cina condanna i contatti militari tra Stati Uniti e Taiwan
Pechino avverte Washington: non giocate col fuoco su Taiwan
Tags:
Difesa, Sicurezza, Politica Internazionale, Geopolitica, Tsai Ing-wen, Taiwan, USA, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik