17:24 21 Settembre 2018
Assemblea parlamentare OSCE (foto d'archivio)

Delegazione russa lascia per protesta sala dell'assemblea parlamentare dell'OSCE

© Foto: OSCE Parliamentary Assembly
Politica
URL abbreviato
4260

La delegazione russa presso l'Assemblea parlamentare dell'OSCE a Berlino ha lasciato l'aula a seguito della violazione delle regole di votazione di una risoluzione antirussa, ha dichiarato il capo della delegazione e vicepresidente della Duma Petr Tolstoj.

Secondo il politico, la delegazione aveva rilevato la violazione delle regole nel prendere in considerazione due risoluzioni anti-russe e conseguentemente aveva chiesto di rinviare la votazione di questi documenti.

"La delegazione russa è contraria alla considerazione di questa risoluzione e della successiva, riguardante la Crimea russa e la città russa di Sebastopoli. Riteniamo che in questo caso le regole dell'assemblea siano state violate", ha detto Tolstoj.

Ha sottolineato che l'assenza dei deputati ucraini che avevano firmato queste risoluzioni e formulato accuse infondate contro la Russia "è una violazione dei regolamenti dell'assemblea", riportano i media russi.

A sua volta il vicepresidente della commissione Esteri della camera alta del Parlamento russo Vladimir Dzhabarov ha dichiarato che la delegazione russa non avrebbe votato la bozza della risoluzione britannica presentata a Berlino. Inoltre non ha escluso il ritiro della Russia dall'OSCE, segnala Sputnik.

Correlati:

Russia al consiglio OSCE: attenzione alla libertà dei media
La Russia conta sul ruolo costruttivo della presidenza italiana in seno all'OSCE
Tags:
Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Russofobia, OSCE, Assemblea parlamentare dell'OSCE, Petr Tolstoy, Vladimir Dzhabarov, Sebastopoli, Ucraina, Crimea, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik