14:56 18 Luglio 2018
Premier austriaco Sebastian Kurz

Vienna contro le richieste d'asilo dei migranti nei centri d'accoglienza

© REUTERS / Leonhard Foeger
Politica
URL abbreviato
5131

Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz è intervenuto oggi contro la possibilità di chiedere asilo in Europa nelle cosiddette "piattaforme di sbarco" per i migranti.

"Se davvero permetteremo di fare qui le domande d'asilo, creeremo un fattore folle di attrazione", — ha detto Kurz alla radio Ö1, aggiungendo che "la questione è che 60 milioni di persone che fuggono in tutto il mondo automaticamente avranno il diritto di chiedere asilo in Europa."

Secondo il premier austriaco, è più ragionevole evacuare le persone dalle regioni di crisi piuttosto che spingerle a compiere una pericolosa traversata del Mar Mediterraneo.

Venerdì scorso i leader dei 28 Paesi membri della UE hanno raggiunto un'intesa sull'immigrazione, in cui viene confermata l'idea di creare su base volontaria centri di migrazione per l'accoglienza dei rifugiati in Europa, così come "piattaforme regionali per i migranti al di fuori dell'Europa. Si prevede che occorrerà fissare accordi separati per istituire tali centri.

Correlati:

Rappresentate russo a Bruxelles commenta i risultati del vertice UE su immigrazione
Esperto: documento su immigrazione adottato da UE boccata d’aria politica
Immigrazione, il governo italiano ha sconvolto gli equilibri europei
Tutti contro la Merkel. Come i migranti hanno messo la cancelliera all’angolo
Ue, Macron: Accordo su centri migranti in Europa
Tags:
migranti, profughi, Immigrazione, Politica Internazionale, Società, Crisi dei migranti, Unione Europea, Sebastian Kurz, Austria, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik