14:57 18 Luglio 2018
Bandiera della Germania

Politologo spiega perché il Ministro degli Interni tedesco vuole dimettersi

© AP Photo / Gero Breloer
Politica
URL abbreviato
1 0 0

Il Ministro degli Interni tedesco Horst Seehofer intende dimettersi, hanno riferito i media. Ciò è dovuto al fatto che la situazione dei rifugiati nell'UE si è trasformata in un vicolo cieco, ha dettp il politologo russo Evgeny Ben su Radio Sputnik.

Il Ministro dell'Interno tedesco e presidente della Unione Cristiano-Sociale (CSU) Horst Seehofer ha chiesto di dimettersi da entrambe le posizioni, secondo il quotidiano Bild.

Nelle ultime settimane, tra l'alleanza della CDU/CSU, che, insieme con i socialdemocratici della SPD è nella coalizione di governo tedesco, è scoppiato un conflitto a causa di disaccordi sulla politica migratoria. Seehofer ha sviluppato un piano generale nel campo della migrazione che non ha trovato supporto dal leader della CDU, la cancelliera Angela Merkel.

Il documento si riferisce al divieto di ingresso nel paese di rifugiati che non hanno documenti con loro, così come a quelli ai quali è già stato negato l'asilo in Germania. Il rifiuto, in particolare, potrebbe essere dovuto al fatto che gli immigrati hanno già fatto richiesta di asilo in un altro paese dell'UE. Questa misura, secondo il piano, dovrebbe essere implementata unilateralmente, senza accordo con i vicini europei.

Merkel, a sua volta, è a favore di una soluzione paneuropea per questo problema e ritiene che la proposta del leader della CSU contraddica le normative europee in materia di asilo e la legislazione tedesca.

I sostenitori del Cancelliere sottolineano che la disposizione su una soluzione paneuropea per la crisi migratoria è contenuta nell'accordo di coalizione sulla base del quale opera l'attuale governo tedesco.

Il pubblicista, politologo e capo del club politico di Mosca Evegeny Ben ritiene che la Germania si trovi in un vicolo cieco.

"In Germania, recentemente si è sviluppata una situazione ancora più difficile riguardo il problema dei migranti e dei rifugiati. La Germania viveva secondo i soliti schemi: era molto difficile che questi sopravivessero, tenendo presente che la Merkel era il "trendsetter" nella politica paneuropea su migranti e rifugiati. Era la paladina del sistema delle quote, ed è stata lei a sostenere il ruolo della Germania come ridistributrice di migranti e rifugiati che cercavano di andare in Italia. Ora la Merkel ha iniziato a dire che la questione dei migranti ha bisogno di un'attenta considerazione e, forse, è persino necessario diventare più severi con la politica sul flusso dei migranti. Il Ministero degli affari interni della Germania e di altri paesi non sanno come comportarsi in questa situazione. Da un lato, ci sono le Convenzioni di Ginevra e Dublino. E dall'altra parte, c'è la realtà che l'UE semplicemente non è in grado di digerire questo flusso. Di conseguenza, possiamo parlare di una crisi interna in relazione a questo problema. È molto difficile gestire i ministeri dell'interno. Pertanto, queste dimissioni potrebbero indicare che la situazione si sia trasformata in un vicolo cieco e che l'UE dovrà prendere misure drastiche per uscire da questo impasse" ha detto Evgeny Ben a radio Sputnik.

In precedenza, Spiegel ha riferito che più di 10 paesi dell'UE si sono dichiarati pronti a partecipare alla procedura di espulsione dalla Germania di immigrati registrati in altri paesi dell'UE.

La testata ha analizzato un documento intitolato "Più ordine e organizzazione nella politica sull'immigrazione", stilato dai leader dell'SPD e della CSU e i presidenti delle loro fazioni nel Bundestag. Il documento elenca i risultati del vertice UE sulla migrazione, che si è svolto dal 28 al 29 giugno a Bruxelles. Tra le altre cose, il documento afferma che i paesi come il Belgio, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Lituania, Lettonia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Svezia, Ungheria, Polonia e Repubblica Ceca hanno deciso di partecipare alla rapida espulsione dei rifugiati provenienti dalla Germania.

Correlati:

Media: come la Merkel sta distruggendo l’Europa
Germania, deputato: politica della Merkel colpevole dei crimini dei migranti
Tutti contro la Merkel. Come i migranti hanno messo la cancelliera all’angolo
Tags:
migrazione, Migranti, Migranti, migranti, Il Ministero degli Interni, Horst Seehofer, Angela Merkel, Germania
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik