15:40 18 Dicembre 2018
Bandiere della Russia, UE.

Die Zeit: l'Europa non può fare a meno della Russia nel nuovo "disordine mondiale"

© Sputnik . Vladimir Sergeev
Politica
URL abbreviato
2160

Se l'Europa intende difendere i propri interessi deve rafforzare il dialogo con la Russia e la Cina. Lo scrive il quotidiano tedesco Die Zeit.

Sullo sfondo della rapida ascesa della Cina, l'ordine del vecchio mondo sta cambiando. Per l'Occidente questa è una "sfida geopolitica, geo economica e tecnologica". La Cina diventerà leader in tutti i settori. Dall'inizio del progetto Via della seta, la globalizzazione ha acquisito caratteristiche cinesi. Il presidente Xi Jinping vuole che il secolo americano sia seguito dal secolo cinese.

Gli Stati Uniti di Donald Trump hanno perso la loro posizione dominante nel mondo, continua la pubblicazione. La comunità transatlantica, costruita su interessi comuni, è sprofondata nell'oblio. E questo non è accaduto solo perché Trump ha dimenticato come distinguere gli amici dai nemici. Il fatto è che gli interessi si sono diversificati. E con il rifiuto dell'America del ruolo di potenza mondiale, tutto ciò che è stato creato dall'Occidente dall'inizio della Guerra Fredda sta collassando. L'autore non esclude che dopo di ciò il mondo occidentale perderà completamente la sua influenza globale.

Secondo la pubblicazione, neppure le organizzazioni internazionali ispirano ottimismo. L'ONU continua a fornire assistenza umanitaria ma non è in grado di far fronte a tutti i problemi, e nei principali conflitti armati, l'organizzazione generalmente è impotente. Sull'orlo del collasso c'è anche l'Unione Europea, fiaccata dalla crisi migratoria.

Se l'Europa intende difendere le sue posizioni nel nuovo "disordine mondiale", allora Parigi e Berlino devono sviluppare una visione comune per il futuro e iniziare ad attuarlo passo dopo passo, nonché a persuadere altri paesi dell'UE a compiere un simile passo.Bruxelles dovrebbe ripensare le relazioni con gli Stati Uniti, afferma la pubblicazione, e costruire una "relazione realistica" con il suo grande vicino Russia. L'Europa non dovrebbe fare affidamento sulla NATO e sull'America, ma a sua volta condurre un dialogo con la Russia, pur non limitandosi solo al tema ucraino. Bisogna cercare le opportunità per cooperare in futuro, consiglia l'autore.

Gli europei dovrebbero rivedere anche le loro relazioni con la Cina. È necessario raggiungere accordi chiari sulle condizioni di parità di accesso ai mercati, protezione della proprietà intellettuale e determinare il ruolo dell'UE nell'attuazione del progetto Via della seta.

Nei rapporti con la Russia e la Cina, sottolinea la pubblicazione, bisogna superare i disaccordi nelle aree in cui gli interessi divergono e lavorare insieme dove coincidono.     

Correlati:

Russia aperta a contatti tra Unione economica eurasiatica e UE
Russia-UE, Jagland a Mosca solleverà questione del finanziamento russo
Russia, scambi con Ue aumentati del 23,5% nei primi 4 mesi del 2018
Tags:
interessi, Cooperazione, Dialogo, Europa, USA, Cina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik