00:40 19 Giugno 2018
Theresa May

Il politologo David Lindsay commenta gli ultimi sviluppi della Brexit

© AP Photo / Christopher Furlong/Pool
Politica
URL abbreviato
0 50

Mercoledì la Camera dei Comuni del Regno Unito ha respinto un emendamento alla legge sulla Brexit sul rimanere nell'unione doganale dell'UE, dopo che Theresa May aveva fatto concessioni ai conservatori pro-UE; tuttavia, i ribelli Tory hanno avvertito che si ribelleranno se il premier non riuscirà a soddisfare le promesse fatte prima del voto.

Quanto questo è importante per il primo ministro e i negoziati sulla Brexit? La May manterrà le sue promesse?

"Beh, questo dipende da cosa si intende per promesse. Le cose che lei sostiene di aver detto davvero non possono essere l'intera storia. Si tratta di persone che avrebbero dovuto votare contro il governo ieri sera, all'interno del Partito conservatore, che sono estremamente pro-UE, che andrebbero al rogo piuttosto che accettare il ritiro dall'unione doganale e dal mercato unico… Non cambiarono improvvisamente idea basandosi solo sulla promessa che ci sarebbe stata una dichiarazione parlamentare per la quale avrebbero potuto fare domande — sarebbe comunque successo. A loro [i ribelli Tory] è stato promesso molto di più.

Riuscirà il primo ministro a mantenere le sue promesse? Sì, probabilmente, in effetti, mi aspetto che lei lo faccia. Perché lei stessa è di questa opinione. Tornerà con un accordo in cui la Gran Bretagna rimarrà nel mercato unico e nell'unione doganale. Questa sarà una delle opzioni del secondo referendum… questo piacerà alle persone che ha soddisfatto ieri, così come a se stessa."

Michel Barnier ha detto che il Regno Unito può continuare il libero scambio se rimane nello Spazio economico europeo… Secondo lei è possibile?

"Direi che questa opzione esiste sicuramente. L'opzione che presuppone la continuazione della permanenza della Gran Bretagna nell'unione doganale e nel mercato unico, sarà quasi certamente proposta da Teresa May dopo i colloqui con l'Unione Europea. Lei vuole che accada, e ed è chiaro che nel suo partito ci sono molte persone che insistono su questo, ma in realtà doveva prometterlo la notte scorsa… Non ci sarà una terza via, come ha detto Tony Blair, e sarà così. Direi che è di fatto garantito."

Mentre la maggior parte dei principali media stanno guardando i negoziati in Camera dei Comuni e le risposte di Bruxelles, il governo scozzese ha detto ieri che vuole modificare la risoluzione della destabilizzazione dopo aver trovato un accordo sul disegno di legge di uscita dalla UE. Queste concessioni saranno fatte alla Scozia? E se si in che modo ciò influenzerà la Brexit?

"Alla Scozia non saranno fatte concessioni…  perché il governo britannico, qualsiasi governo britannico, semplicemente non è d'accordo sul fatto che le relazioni con l'UE sono affari del governo scozzese o del parlamento scozzese, quindi questo non accadrà. In che modo ciò influirà su Braxit? Non molto, ma l'effetto che si produrrà in Scozia sarà diverso se ci sarà un secondo referendum, che penso non accadrà; ma ciò aumenterà significativamente la pressione sul secondo referendum sull'indipendenza." 

Correlati:

Peskov risponde ironicamente sugli incontri dell'ambasciatore con lo "sponsor Brexit"
Brexit, esperto smentisce sospetti su cospirazione britannica per restare nell’UE
Segretario generale UKIP confuta accuse di ingerenza russa in Brexit
Tags:
esperto, brexit, Commento, Theresa May, Gran Bretagna, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik