21:03 22 Ottobre 2018
Isole Curili

Tokyo protesta per la posa di fibra ottica dalla Russia verso le isole Curili

© Sputnik . Ekaterina Chesnokova
Politica
URL abbreviato
5214

La posa di un cavo in fibra ottica da Sakhalin in direzione dei "Territori del Nord" (così in Giappone chiamano le isole Kunashir, Iturup, Shikotan e Habomai dell'arcipelago delle Curili - ndr) contraddice la posizione di Tokyo ed è profondamente deplorevole.

Lo ha affermato in una conferenza stampa nella capitale giapponese il segretario del governo Yoshihide Suga.

Secondo Suga, queste azioni avvengono nell'ambito di un'occupazione illegittima delle isole.

"Attraverso canali diplomatici abbiamo informato la posizione del nostro Paese a Russia e Cina ed abbiamo espresso ufficialmente la nostra protesta. E' importante risolvere il problema dei territori del nord, il governo giapponese continuerà a condurre ostinatamente colloqui con la Russia per risolvere la questione della sovranità delle quattro isole settentrionali e del trattato di pace," — ha detto Suga.

La nota di protesta è stata trasmessa dall'Ambasciata giapponese al ministero degli Esteri russo il 7 giugno.

La dichiarazione di Suga è degna di nota perché recentemente, sullo sfondo di contatti bilaterali attivi, i funzionari giapponesi si sono astenuti dall'usare l'espressione "occupazione illegittima" delle isole.

Il 5 giugno la Russia ha notificato al Giappone l'avvio dei lavori per la posa di un cavo in fibra ottica da Sakhalin verso le Curili meridionali. Una grande azienda cinese ricopre il ruolo di partner, pertanto Tokyo ha espresso le sue proteste anche all'indirizzo di Pechino.

In precedenza era stato riferito che la società russa Rostelecom intende completare la posa del cavo entro la fine dell'anno. L'obiettivo del progetto è la creazione di una moderna infrastruttura in Estremo Oriente.

Correlati:

Tokyo esprime rammarico a Mosca per linee di comunicazione alle Curili
Isole Curili, domani al via colloqui fra russi e giapponesi
Flotta del Pacifico sorveglia base aerea russa sulle Isole Curili
Giappone protesta contro le esercitazioni russe nelle isole Curili
Il Giappone discuterà con Putin la questione Curili nel 2019
Curili, media: gli sforzi diplomatici di Tokyo sono sempre più inutili
Tags:
Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Protesta, Rostelecom, Yoshihide Suga, Cina, Russia, Giappone, Isole Curili
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik