08:42 20 Settembre 2018
Londra

Brexit, esperto smentisce sospetti su cospirazione britannica per restare nell’UE

CC0 / Pixabay
Politica
URL abbreviato
204

La Gran Bretagna è sospettata di voler restare segretamente nell'Unione Europea, malgrado la Brexit. Secondo il Telegraph, il governo ha stanziato più di 1,1 milioni di dollari per "attività legate alle elezioni parlamentari in Europa nel 2019". Sputnik ne ha parlato con John Curtice, docente di politica presso la Strathclyde University.

Secondo lei, quanto sono giustificati i sospetti che il governo britannico stia segretamente pensando di rimanere nell'Unione Europea?

"Questa è una di quelle occasioni in cui, un venerdì sera, un giornalista siede a un tavolo e dice che può inventare una storia che catturerà i lettori domenica mattina. Sembra una buona storia, ma quando lunedì appaiono più dettagli appaiono, non sembra più così bella.

La posizione è molto semplice: la commissione elettorale non è in realtà finanziata dal governo; questa non è una decisione presa dal governo, è una decisione presa da quello che viene chiamato Speaker's Committee, condiviso dal presidente della Camera dei Comuni. Il finanziamento segue questa rotta per garantire una certa distanza tra il governo, cioè il gabinetto dei ministri e la commissione elettorale. Questo è il primo punto.

Ora questo comitato deve agire all'interno della legge, e dal momento che il Regno Unito non ha ancora adottato la legislazione nazionale sul ritiro dall'UE, comprende le disposizioni per lo svolgimento delle elezioni europee di maggio 2019. Poiché questa legislazione non è stata adottata, poiché la legge continua a prevedere che le elezioni si terranno nel maggio 2019, la commissione deve prevedere queste elezioni.

Ma, come tutti sanno, supponendo che il governo sarà in grado di passare questa legislazione attraverso la Camera dei Comuni, allora le elezioni nel Regno Unito saranno annullate e non saranno necessari soldi.Non c'è nessuna grande cospirazione da parte del governo. Piuttosto è un esempio delle complicazioni derivanti da un'uscita molto lenta. Penso che sia infondato parlare di teoria della cospirazione."

Cosa ne pensa del fatto che, secondo alcuni analisti, il Regno Unito voterà per rimanere nell'UE?

"Dai dati che abbiamo si può affermare che potrebbe influenzare in modo significativo l'affluenza di coloro che non hanno votato a giugno 2016. Non ci sono prove sufficienti, ma molti di coloro che hanno votato per l'uscita potrebbero cambiare idea.

È provato che coloro che non hanno votato nel 2016 ora sono più propensi a dire che voteranno per restare e non uscire.Ma la verità è che in Gran Bretagna c'è ancora una forte divisione di opinioni su questo tema. Non penso che sia possibile affermare con certezza quale sarà il risultato di un secondo referendum."    

Correlati:

Segretario generale UKIP confuta accuse di ingerenza russa in Brexit
Esploratore britannico: la Brexit è una situazione imbarazzante
Grecia propone tasse sulla ricchezza per compensare perdite dell'UE dalla Brexit
Tags:
esperto, cospirazione, brexit, Sospetti, Gran Bretagna, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik