18:49 22 Settembre 2018
Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov

Cremlino commenta appello di Putin per ritirare truppe straniere dalla Siria

© Sputnik . Natalia Seliverstova
Politica
URL abbreviato
5320

Le forze armate straniere che si trovano ora in Siria potrebbero lasciare il Paese mediorientale con l'avvio del processo politico, in quanto legalmente non hanno alcun motivo per trovarsi lì, ha dichiarato il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov.

Come chiarito da Peskov ai giornalisti, in Siria si trovano i rappresentanti di forze armate di alcuni Paesi la cui "presenza è illegittima dal punto di vista del diritto internazionale".

"Conoscete quali Stati si trovano lì nell'ambito della cooperazione tecnico-militare. La Russia è in Siria su richiesta della leadership siriana e ha tutte le ragioni che legittimano la sua presenza, ma non tutti i Paesi sono presenti, diciamo così, legalmente," — ha risposto Peskov alla richiesta di commentare la dichiarazione del presidente russo Vladimir Putin, che ha detto che le forze militari straniere all'inizio della fase attiva del processo politico in Siria devono ritirarsi.

Correlati:

Trump: l'uscita dall'accordo nucleare con l'Iran favorisce normalizzazione in Siria
Siria, liquidato principale propagandista dello Stato Islamico
La Russia accusato gli USA di creare zone "grigie" in Siria
Tags:
Occidente, Geopolitica, Politica Internazionale, crisi in Siria, Cremlino, Vladimir Putin, Dmitry Peskov, Russia, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik