02:08 21 Agosto 2018
Presidenti di Iran e Russia Hassan Rouhani e Vladimir Putin

Se Trump rompe l’accordo nucleare la Russia diventerà il principale alleato dell’Iran

© Sputnik . Michael Klimentyev
Politica
URL abbreviato
63511

Nei prossimi giorni il presidente degli Stati Uniti Donald Trump potrebbe ripristinare le sanzioni contro l'Iran, portando di fatto alla cessazione dell'accordo nucleare con Teheran. Lo riporta Newsweek.

Il presidente Donald Trump il 12 maggio potrebbe reintrodurre le misure restrittive contro la Repubblica islamica, interrompendo l'accordo sul nucleare iraniano, firmato nel 2015 da Stati Uniti, Russia, Cina, Francia, Gran Bretagna e Germania. 

I governi di questi paesi hanno concordato di revocare le sanzioni economiche a Teheran in cambio della limitazione dello sviluppo della tecnologia nucleare, ricorda la pubblicazione. 

Gli alleati europei di Washington appoggiano il mantenimento di questo trattato. Hanno anche suggerito di riconsiderare alcuni aspetti dell'accordo per "compiacere" Trump. 

Tuttavia, le autorità russe hanno affermato che gli Stati Uniti e gli europei non possono modificare l'accordo senza la partecipazione di Mosca. Inoltre, chiariscono che continueranno a rispettare la loro parte dell'accordo, che ha portato all'abolizione delle sanzioni internazionali contro l'Iran. Di conseguenza, sottolinea la pubblicazione, la Russia diventerà l'alleato più importante di Teheran, rafforzerà un'alleanza tra i due paesi che potrebbe "minare l'influenza americana" in Medio Oriente. 

"Sul fronte economico tutto diventerà ancora più facile per noi, perché nulla limiterà la nostra cooperazione economica con l'Iran. Stiamo sviluppando relazioni bilaterali in tutti i settori: energia, trasporti, alta tecnologia, medicina", ha detto il direttore del dipartimento sulla non proliferazione e il controllo delle armi della del ministero degli Esteri russo Vladimir Yermakov. 

Secondo il funzionario russo, se gli Stati Uniti decidessero di violare l'accordo internazionale, sostenuto dal Consiglio di sicurezza dell'ONU, solo loro subiranno le conseguenze. Né l'Iran, né la Cina, né la Russia, né i paesi europei dovrebbero sopportare perdite.

La Russia e l'Iran hanno già "pressato con successo" gli Stati Uniti in Siria. In questo processo sono riusciti persino ad alienare Washington dalla Turchia, suo alleato NATO. I rappresentanti di Mosca, Teheran e Ankara si sono incontrati per coordinare la loro politica siriana senza la partecipazione degli americani o dei loro alleati occidentali. Inoltre, in un incontro con Vladimir Putin, l'Ayatollah Khomeini ha sottolineato che la cooperazione tra i due paesi potrebbe "isolare" gli Stati Uniti, conclude la pubblicazione.    

Correlati:

Avvocato di Trump rivela: presidente intenzionato cambiare regime in Iran
Esperto: in Iran cresce tensione su accordo nucleare
Tribunale USA obbliga l'Iran a pagare risarcimenti ai partenti delle vittime dell'11/9
Tags:
Donald Trump, alleanza, Sanzioni, Accordo nucleare, Cooperazione, Iran, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik