07:45 22 Maggio 2018
Roma+ 16°C
Mosca+ 10°C
    Miguel Diaz-Canel (a destra)

    Parla il nuovo leader di Cuba dopo i Castro: “sì al dialogo, ma Rivoluzione continua”

    © REUTERS / Alexandre Meneghini
    Politica
    URL abbreviato
    3100

    Cuba è pronta al dialogo nelle condizioni di rispetto, ma non cederà alle pressioni o alla violazione della sua indipendenza, ha detto Miguel Diaz-Canel, eletto presidente del Consiglio di Stato di Cuba.

    "Cuba non fa concessioni in termini di sovranità e indipendenza, non cederemo mai a pressioni o minacce", ha dichiarato Diaz-Canel.

    "Non c'è posto per cambiamenti che possano contraddire l'eredità di una così lunga lotta. C'è solo posto affinchè la rivoluzione possa continuare senza concessioni, senza paura, proteggendo il nostro punto di vista", ha aggiunto.

    Allo stesso tempo, secondo il nuovo leader cubano, il Paese sarà aperto al dialogo con coloro che saranno pronti a farlo in condizioni di rispetto.

    "Gli eletti difenderanno la Rivoluzione", ha sottolineato Miguel Diaz-Canel.

    Correlati:

    USA preoccupati per il cambio di potere a Cuba
    Passo dopo passo: storico cambio di potere a Cuba
    Tags:
    Geopolitica, Comunismo, Politica Internazionale, politica interna, Miguel Diaz-Canel, Cuba
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik