13:52 27 Maggio 2018
Roma+ 25°C
Mosca+ 22°C
    La bandiera turca

    Turchia ribadisce ruolo di intermediario tra USA e Russia sulla crisi siriana

    CC BY-SA 2.0 / KLMircea / Bosphorus Bridge and Turkish Flag
    Politica
    URL abbreviato
    4011

    Ankara è intervenuta con un ruolo da intermediario tra Washington e Mosca prima dei raid missilistici di USA, Francia e Regno Unito contro la Siria, ha dichiarato il vice primo ministro turco Bekir Bozdag.

    "La Turchia a tutti i livelli ha condannato l'attacco chimico a Douma e chiaramente ha espresso la sua posizione. Il nostro presidente Tayyip Erdogan ha avuto colloqui con i presidenti Trump e Putin. La Turchia è diventata una sorta di mediatore tra Stati Uniti e Russia nella ricerca di una soluzione," — ha scritto Bozdag su Twitter.

    Secondo il ministero della Difesa russo, l'attacco missilistico contro obiettivi militari e infrastrutture civili della Siria è stato condotto da aerei e navi di Gran Bretagna, Francia e Stati Uniti sabato notte dalle 3.42 alle 5.10 (in Italia dalle 2.42 alle 4.10). Il dicastero militare russo ha riferito che le potenze occidentali hanno sparato più di 100 razzi e missili da crociera "aria-terra" (l'anno scorso contro la base aerea siriana di Shayrat erano stati lanciati 59 razzi), la maggior parte dei quali è stata abbattuta dalla contraerea siriana durante l'avvicinamento verso i target. In precedenza, Washington, Londra e Parigi hanno dichiarato che l'attacco è una risposta al presunto uso di armi chimiche nella città siriana di Douma, di cui le autorità siriane smentiscono categoricamente.

    Correlati:

    Leader opposizione laburista condanna partecipazione di Londra nei raid in Siria
    Putin: ripercussioni su relazioni internazionali dall'escalation in Siria
    Donald Tusk esprime solidarietà UE per i bombardamenti americani in Siria
    Eliseo non ha avvertito Putin dell'attacco in Siria
    Putin accusa gli USA di far soffrire i siriani e lasciar fare i terroristi
    La contraerea siriana ha abbattuto 71 missili da crociera occidentali
    Assad si trova a Damasco dopo i raid occidentali in Siria
    Il significato della crisi siriana
    In Israele soddisfazione per i raid occidentali in Siria: “segnale a Damasco e Teheran”
    Tags:
    Geopolitica, Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, Occidente, Bombardamenti in Siria, crisi in Siria, Donald Trump, Recep Erdogan, Vladimir Putin, Turchia, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik